Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, allarme LeBron ai Lakers: gioca oltre 37 minuti a sera, mai così tanto dal 2017

NBA
©Getty

Il minutaggio della superstar gialloviola, che tra 10 giorni compirà 37 anni, è al suo massimo dalla stagione 2016-17 ai Cleveland Cavaliers, quella successiva al titolo vinto nell'Ohio. Solo Fred VanVleet a Toronto resta in campo più di James in tutta la NBA, e questa non può essere una buona notizia, in prospettiva, per i Lakers

Altri 39 minuti in campo nella sfida (persa) contro Chicago: manca Anthony Davis, i Lakers hanno fuori altri 6 giocatori inseriti nel protocollo anti-Covid e allora a LeBron James si chiedono gli straordinari. Lui risponde presente (31 punti, 14 rimbalzi, 6 assist) ma né coach Frank Vogel (pure lui assente, per via del protocollo Health & Safety) né il suo sostituto David Fizdale dormono sogni tranquilli all'idea di utilizzare così tanto un giocatore che tra 10 giorni compirà la bellezza di 37 anni e che ha già all'attivo quasi 26.000 minuti giocati solo in regular season e altri 5.500 ai playoff. E se Steve Nash, a Brooklyn, si lamenta di dover tenere in campo il 33enne Kevin Durant 37 minuti a sera, oggi LeBron James è dietro soltanto a Fred VanVleet (37.9 la sua media) tra i giocatori più utilizzati, restando in partita 37.2 minuti a sera

Le parole di LeBron James

leggi anche

LeBron James a quota 100 triple doppie in carriera: LA CLASSIFICA

"Ogni campionato presenta le sue sfide e quest'anno è di nuovo la presenza del Covid, con giocatori testati positivi, altri testati come falsi-positivi [è stato il suo caso, ndr] e altri che neppure si capisce. Non so che dire, è così e basta", le parole di un rassegnato James, che quest'anno ha già dovuto saltare 12 gare, 8 delle quali per un infortunio agli addominali che lo ha fermato a lungo. Mai uno che accetta di tirarsi indietro per il bene della sua squadra, ovviamente però James gradirebbe affrontare la sua 19^ stagione regular season NBA centellinando un po' più gli sforzi (è primo anche per Usage Rate tra i gialloviola, pur se lontano con il suo 29% dal 35.7% di Luka Doncic, leader NBA), per essere al massimo durante i playoff. Un lusso che i Lakers, oggi, non possono permettersi.