Caricamento in corso...
22 gennaio 2017

Ryding, una storia tutta inglese

print-icon
dav

Dave Ryding (Foto Getty)

Dopo oltre 30 anni la Gran Bretagna torna sul podio dello sci alpino. Merito di Dave Ryding, secondo a Kitzbuehel. L’ultimo britannico a riuscirci era stato Konrad Bartelski, nella libera di Val Gardena del 1981. Eppure sono stati proprio gli inglesi a inventare lo slalom speciale…

Sorpresa è sorpresa, di sicuro ciò che non ti aspetti da lui. Ma oltre a questo, Dave Ryding è anche quel simbolo che gli è accanto, parecchio inusuale nello sci: GBR ovvero Gran Bretagna. Primo grande risultato a 30 anni per il britannico che riporta l’Union Jack sul podio dopo "appena" 35 anni: Val Gardena 1981, secondo posto del londinese ma di origini polacche, Konrad Bartelski. Sulla pista del Ciampinoi quel giorno vinse Erwin Resh, a 11 centesimi dall'inglese, sceso con il numero 29; poi l'altro austriaco Stock e, fuori dal podio, il canadese Podborski e il nostro Mauro Cornaz. Bartelski era più conosciuto per la micidiale caduta di Megeve che per i brillanti risultati; 8 febbraio 1975 nella libera francese si schiantò nel salto della stradina (allora in diretta tv) rimanendo un paio di giorni in coma.

Per fortuna Ryding ha un'altra carriera anche se si affaccia tardi alla Coppa del Mondo passando per molte gare in coppa Europa (1 vittoria). I genitori per fare sciare lui e la sorella Jhoanna si spostarono in Francia, Alta Savoia, a Samoens. Nel Lancashire, la contea dove è nato (piccolo villaggio di Bretherton) neppure da lontano si vedevano le montagne. Due Olimpiadi all’attivo - Vancouver 2010 e Sochi 2014 - e zero risultati. Poi quest'anno l'esplosione a Levi, in Finlandia, con un sesto posto. Ottimo. Poi settimo a Zagabria sempre e solo in speciale. Fisico imponente, stile giusto con posizione centrale, ora vive in Austria e si allena con il russo Koroshilov con cui è salito sul podio di Kitz. Di certo ha stupito tutti soprattutto per come ha reagito alla straordinaria seconda manche di Marcel Hirscher, anche se con un buon vantaggio ha gestito l'emozione di scendere con la pressione addosso di un primo posto in prima frazione e del pubblico tutto per l'austriaco. 

I telecronisti avranno rispolverato la frase del commentatore francese della Val Gardena che quando tagliò il traguardo Bartelski urlò: "Non ci posso credere un inglese, un inglese sugli sci!". Beh, il collega francese avrà dimenticato quel giorno che proprio un inglese nel lontano 1922, a Murren, in Svizzera, inventò la prima gara di Slalom Speciale che poi tracciò la prima volta in Austria, per dei ragazzini, nel 1927: il signore dello slalom si chiamava Sir Arnold Lunn, classe 1888. Sempre Lunn, insieme all'austriaco Hannes Schneider, dette vita al primo trofeo dello sci alpino "Arlberg-Kandhar". Era il 1931. Ma allora gli inglesi non erano proprio così a digiuno. "God save the Queen".

Tutti i siti Sky