Borussia Dortmund, Terence Hill alla presentazione della seconda maglia

Bundesliga
terence_hill

L'attore italo-tedesco, in occasione della presentazione del suo nuovo film, ha incontrato il club giallonero e ha fatto da testimonial alla presentazione della seconda divisa

LE MULTE DEL WOLFSBURG, CHI SBAGLIA LAVA I PIATTI

HOFFENHEIM, UN MAXISCHERMO PER LA TATTICA

La Bundesliga è pronta ad aprire le porte della nuova stagione con l'anticipo tra Bayern Monaco ed Hoffenheim. A chiudere la prima giornata ci penserà invece il Borussia Dortmund, di scena davanti ai suoi tifosi nel big match contro il Lipsia. La squadra di Favre scenderà in campo con la divisa giallonera, mentre venerdì prossimo, in occasione dell'anticipo del secondo turno sul campo dell'Hannover, il club della Ruhr potrà forse mettere in mostra la seconda maglia. Intanto, alla vigilia dell'inizio del campionato, la società ha organizzato la presentazione di questo kit speciale e vista l'occasione ha deciso di invitare un testimonial d'eccezione: Terence Hill. L'attore italiano, all'anagrafe Mario Girotti, si è fatto immortalare con la nuova divisa del Borussia e chissà che non si presenti anche al Westfalen Stadion in occasione del debutto stagionale come segnale benaugurante, anche se in passato non ha mai dichiarato apertamente il suo tifo. La forza e la tenacia d'altronde sono stati alcune delle peculiarità dei film di Terence Hill e Bud Spencer, caratteristiche che Favre vorrebbe trasmettere in ogni singola partita ai suoi ragazzi. La visita in Germania del 79enne nativo di Venezia, cresciuto però nel Paese tedesco dal quale era arrivata anche la madre, non è casuale. Il protagonista di numerose pellicole western infatti è tornato a recitare davanti alle telecamere, telefilm italiani a parte, dopo un lunghissimo periodo di assenza e sta facendo un lungo tour della Germania, da Amburgo a Dresda, per presentare la sua nuova uscita sul grande schermo. In questi giorni uscirà nei cinema il suo nuovo film "Il mio nome è Thomas", un lungometraggio che ricorda il precedente lavoro del 1973, il "Il mio nome è nessuno", girato in Andalusia e nel quale ebbe l'opportunità di conoscere Bud Spencer. La nuova produzione è infatti un omaggio al suo grande amico, scomparso due anni fa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche