Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 marzo 2009

Gli inglesi bocciano Inter, Roma e Juve: "Leoni senza denti"

print-icon
pav

Nedved e Ballack nel match d'andata tra Chelsea e Juve

Alla vigilia della triplice sfida anglo-italiana contro Manchester, Arsenal e Chelsea, i pronostici della stampa britannica, e dei bookmakers, sono tutti sbilanciati verso le tre squadre di Premiership. L'Italia del calcio insomma non fa più paura

COMMENTA NEL FORUM DI INTER, ROMA E JUVE

GIOCA A FANTACAMPIONI

GIOVEDI' LA VIDEOCHAT CON VIALLI E ROSSI

Un tempo leoni feroci, oggi inoffensivi, senza denti: alla vigilia della triplice sfida anglo-italiana i pronostici della stampa britannica, e dei bookmakers, sono tutti sbilanciati verso le tre squadre di Premiership. L'Italia del calcio non fa più paura.

Nonostante la qualificazione resti ancora alla portata di  Inter, Roma e Juventus, in Gran Bretagna regna l'ottimismo. A  cominciare dalle previsioni degli allibratori, che non sembrano  lasciare scampo alle italiane: Manchester United nettamente  favorito sull'Inter (3/5 la qualificazione, contro il 6/4 dei  nerazzurri), Chelsea sulla Juventus (27 a 25 contro 5/2), l'Arsenal sulla Roma (4/9 contro 13/8). Quote confermate dai  commenti del Times, che ricorda come se un tempo l'Italia sapeva  produrre campioni come Antonio Cabrini o Marco Tardelli, Franco  Baresi o Paolo Maldini, "oggi improvvismente non c'è più nulla da temere degli italiani". Una tesi avvalorata dagli ultimi precedenti sull'asse Inghilterra-Italia: dagli otto confronti dela scorsa stagione, i club italani hanno raccolto due soli pareggi, segnando una sola rete in 720' di gioco. Un bilancio desolante, inevitabile  preludio all'eliminazione della Roma per mano del Liverpool, del Milan contro l'Asenal, e dell'Inter ancora dal Liverpool.

Quest'anno l'unico lampo è arrivato dalla Roma, capace all'Olimpico di battere nettamente il Chelsea ancora di Luiz  Felipe Scolari "nella peggiore serata dei Blues". Secondo il  Times all'origine del tramonto del calcio italiano ci sono gli  scandali che lo hanno travolto (vedi Calciopoli) e la violenza  negli stadi. Un allarme rilanciato dall'Arsenal che ha  pubblicato sul suo sito internet un vademecum di consigli per i suoi tifosi in vista della trasferta di Roma. In settimana Sepp  Blatter, presidente della Fifa, si è detto preoccupato che lo  strapotere economico della Premiership, e la sua vocazione  globalizzatrice, finisca per oscurare gli altri campionati nazionali. Persino la Serie A, sostiene l'autorevole quotidiano ricordando come la media spetattori in Italia sia più vicina a quella della Coca-Cola Championship (la seconda divisione  inglese) che non della Premier League.

Bocciature senza appello, dunque, per Juventus, Roma ("Francesco Totti è un altro esempio di giocatore che non è più come qualche tempo fa") e Inter. "Le vivide immagini di José Mourinho e del suo giocatore più potente, Zlatan Ibrahimovic, a fatica possono coprire la multitudine di crepe", la sentenza del Times, alla vigilia di quella che è attesa come  capitolazione finale del calcio italiano.