19 ottobre 2017

Milan, l'Aek è un talismano: quando lo incontri vai sempre in finale

print-icon

Nei due precedenti in cui i rossoneri hanno affrontato la squadra greca nelle competizioni europee sono poi arrivati all'ultimo atto del torneo. Nella stagione 94'-'95 vennero sconfitti dall'Ajax, mentre nel 2007 riuscirono ad alzare la coppa proprio ad Atene. I tifosi sperano che questa statistica venga confermata anche in Europa League

Il Milan prova ad aggrapparsi ad una statistica per rilanciarsi in questa stagione. Le tre sconfitte consecutive in campionato, il ko nel derby con l’Inter e la vetta della classifica in Serie A lontana 12 punti hanno spento l'entusiasmo d'inizio stagione. Le grandi aspettative dopo gli ingenti investimenti della società non hanno portato i risultati sperati. Montella è chiamato a un cambio di rotta per riuscire a recuperare i punti persi e rilanciare le ambizioni del club. A far tornare il sorriso sul volto dell’allenatore del Milan potrebbe essere proprio la sfida in Europa League contro l’Aek Atene. Certo, una vittoria sarebbe importante per ipotecare la qualificazione ai sedicesimi, ma non è questo il motivo per cui l’allenatore del Milan potrebbe ritrovare la serenità. Nei due precedenti in cui i rossoneri hanno affrontato la squadra greca nelle competizioni europee sono poi arrivati in finale. Le due squadre si sono incontrate nella fase a gironi della Coppa dei Campioni ’94-’95 e nell’edizione 2006-07 della Champions League. Solo la seconda volta sono però riusciti ad alzare la coppa.

La finale di Vienna e quel record di Kluivert che mise ko il Milan

Il doppio scontro andato in scena nella stagione 94'-'95 vide il Milan pareggiare 0-0 ad Atene per poi imporsi 2-1 a San Siro grazie alla doppietta di Panucci. La squadra di Capello chiuse al secondo posto il gruppo D alle spalle di quell'Ajax che i rossoneri ritroveranno poi nella finale di Vienna. Il 24 maggio del 1995 al Ernst Happel Stadium però non finì in trionfo. A decidere la partita fu un giovanissimo Patrick Kluivert che segnò la rete del 1-0  a 5 minuti dal termine diventando il più giovane marcatore in una finale di Coppa dei Campioni. In quel caso l’Aek valse solo la finale, ma non la coppa.

Dal debutto con l'Aek alla finale di Atene

Il Milan ebbe però l’occasione di rifarsi nell’edizione 2006-07 della Champions League, quando affrontò ancora l’Aek nella partita inaugurale della fase a gironi. Inzaghi, Goucuff e Kakà regalarono il successo alla squadra di Ancelotti che cadde poi nella gara di Atene per 1-0, quando ormai la qualificazione agli ottavi era già stata raggiunta. In quello stesso stadio però il Milan tornò 7 mesi dopo per giocarsi la finale contro il Liverpool. La doppietta di Inzaghi valse la 7° Coppa dei Campioni. Ora sulla strada dei rossoneri si presenta ancora la squadra greca, il talismano con cui gli uomini di Montella sperano di arrivare in finale di Europa League. Vincerla sarà poi un problema da affrontare sul momento: incontrare l'Aek non dà garanzie di successo, ma grazie al suo portafortuna il Milan il prossimo 16 maggio a Lione potrebbe anche esserci.

October Best: abituatevi al meglio, su Sky è di serie

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Maran: "Ho trasmesso la mia serenità alla squadra"

Final Eight, Torino in finale. Cremona ko

Serie C, girone B: risultati e classifica

Derby Primavera, Fernandes esulta con dito medio

Genoa-Inter 0-0 LIVE

Inzaghi: "Possiamo sognare qualcosa in più"

Calabro: "Commessi errori gravi"

Palermo, squadra in ritiro. Tedino: "Usciamone"

Andreazzoli: "Gli elogi teniamoli per maggio"

Gallo: "Risultato giusto, bene la reazione"

Grassadonia: "Buona prova, ora restiamo compatti"

I PIU' VISTI DI OGGI
I PIU' VISTI DI OGGI