Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
14 febbraio 2019

Spalletti: "Icardi? Non credo ci saranno problemi. A Vienna vittoria di squadra"

print-icon

L'allenatore nerazzurro commenta l'1-0 sul campo del Rapid Vienna e sottolinea: "Vedremo cosa accadrà al momento dell'incontro". Handanovic: "Scelta inaspettata, a noi tocca rispondere sul campo con fuoco e passione"

TUTTO SULL'INCONTRO FRA MAURO, WANDA E MAROTTA

L'Inter chiude 48 ore caratterizzate dal caso Icardi con la vittoria sul campo del Rapid Vienna: l'1-0 firmato da Lautaro Martinez su calcio di rigore al 39' del primo tempo vale un importante vantaggio in vista del ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, in calendario giovedì 21 febbraio a Milano.

Spalletti: “Prestazione e risultato ok. Con Icardi non ci saranno problemi”

Nelle riflessioni dell'allenatore nerazzurro Luciano Spalletti un posto di primo piano è per Mauro Icardi, privato della fascia di capitano in favore di Samir Handanovic in settimana e non partito per la trasferta di Vienna: “Cosa dirò a Icardi domani? Io penso sempre al giorno dopo – le parole di Spalletti a Sky Sport - perché credo che se si anticipa poi si è più pronti alla giornata di lavoro successiva. Secondo me non ci saranno problemi da parte mia e sua, poi vedremo cosa accadrà al momento dell'incontro". Spazio, anche e logicamente, per il successo di Skriniar e soci: "Contava il risultato finale, ma anche la prestazione – la riflessione di Spalletti - magari dal secondo punto di vista si poteva far meglio, ma abbiamo trovato una squadra che ha gamba in fase difensiva e quando ci siamo disuniti è stato anche pericoloso. Il campo era appiccicoso e ti affaticava dal punto di vista muscolare, siamo stati bravi a giocare di squadra. Sensazioni verso il ritorno? Per me, da un punto di vista di pericoli, li corriamo sempre quando le cose ci sembrano facili. Per loro invece non cambierà niente: dovranno attaccare”.

Handanovic: “Icardi? Scelta inaspettata, noi dobbiamo mettere fuoco e passione in allenamento”

Imbattuto in campo, applaudito dai suoi tifosi sugli spalti. Samir Handanovic, capitano prescelto in casa Inter per prendere la fascia di Mauro Icardi, è apparso soddisfatto dopo la vittoria sul Rapid Vienna: "I cori e gli applausi dei tifosi fanno piacere, ma non dobbiamo parlare della fascia – le parole del portiere sloveno a Sky Sport - si deve parlare delle vittorie dell'Inter, contano solo quelle. Abbiamo giocato una partita contro un avversario che non aveva niente da perdere, a differenza nostra. L'abbiamo gestita bene, su un campo pesante con tanta sabbia, e anche se non siamo stati brillanti siamo stati bravi a portare a casa la vittoria. Dimenticato un gennaio difficile? Io credo che una squadra viva di momenti nel corso di una stagione, capita a tutti di avere alti e bassi, anche alle squadre più grandi di noi. Era successo lo stesso nello scorso gennaio. Ogni vittoria ti permette di avere più fiducia, ora pensiamo alla Sampdoria che sarà arrabbiata dopo la sconfitta contro il Frosinone. Gli ultimi eventi che hanno riguardato Icardi? E' stata una cosa inaspettata, ma noi dobbiamo pensare al campo e metterci sempre più passione e fuoco in allenamento. Così come ti alleni, poi giochi: è questa la cosa più importante".

Lautaro Martinez: “Mi sono fatto trovare pronto, il rigore sbagliato contro la Lazio è alle spalle”

Decisivo in campionato a Parma, determinante a Vienna contro il Rapid. Due reti in cinque giorni e il massimo risultato per l'Inter: nelle ultime due vittorie nerazzurre c'è lo zampino di Lautaro Martinez: “Sono contento per aver segnato il gol decisivo per la vittoria – sorride commentando la vittoria di Vienna ai microfoni di Sky Sport - avevo sbagliato l'ultimo rigore, contro la Lazio in Coppa Italia: oggi avevo fiducia e l'ho segnato. Dobbiamo continuare a lavorare così, sarà molto importante avere continuità. Sono pronto per tutto quello che mi chiede l’allenatore: da titolare o dalla panchina. Faccio tutto quello che mi chiede. Sono felice per quello che stiamo facendo tutti insieme e per l'opportunità che mi ha dato Spalletti. Icardi? Mauro è molto importante per noi, ovviamente è un problema che deve risolvere lui con la dirigenza. Sicuramente questa sera ci ha supportato a distanza. Noi pensiamo solo a giocare, vincere e portare l'Inter il più in alto possibile, Adesso pensiamo alla Sampdoria che è la prossima partita. Saremo in casa, con i nostri tifosi. Vogliamo continuare a segnare, dopo la Sampdoria penseremo di nuovo al Rapid Vienna”. Tanta concretezza anche nelle parole di Borja Valero: "Bisognava vincere in ogni modo, contava questo e l'abbiamo fatto. Non prendere gol fuori casa e segnare al tempo stesso è sempre importante. La situazione di Icardi? Certe cose vanno affrontate dentro lo spogliatoio e lì devono restare. Per fortuna la partita era imminente e abbiamo pensato solo alla sfida contro il Rapid Vienna, era quello che contava".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi