user
19 febbraio 2018

Catania, esonerato Lucarelli: decisiva la clamorosa sconfitta di Monopoli

print-icon
luc

Decisione presa, dopo la pesantissima sconfitta per 5-0 sul campo del Monopoli il futuro dell’allenatore sulla panchina rossazzurra è ormai segnato. Valutazioni in corso per la società siciliana, che nel frattempo ha deciso di mandare la squadra in ritiro

SERIE C, GIRONE C - CROLLA IL CATANIA, CLAMOROSO 5-0 A MONOPOLI

Una sconfitta pesantissima, un vero e proprio crollo. Giornata nera per il Catania, clamorosamente battuto 5-0 dal Monopoli nel ventiseiesimo turno del girone C di Serie C. Sette adesso i punti di distanza in classifica dal Lecce capolista e promozione diretta in Serie B che, a questo punto, appare sempre più complicata. Squadra immediatamente in ritiro, questa la decisione della società rossazzurra, che adesso ha deciso definitivamente di esonerare Cristiano Lucarelli: il futuro dell'allenatore sulla panchina del club siciliano appare ormai segnato.

Valutazioni in corso, si cerca un sostituto: sondati Torrente e Padalino, contatti con Toscano

Difficile da digerire la debacle dello stadio Veneziani, il Catania ha ormai deciso di dare un segnale forte sollevando dall’incarico di allenatore della prima squadra Cristiano Lucarelli. Troppo pesante l’umiliazione arrivata in Puglia, nonostante il secondo posto in classifica il destino dell’ex attaccante del Livorno è ormai segnato. La società rossazzurra sta prendendo tempo per scegliere nella maniera migliore il sostituto: diversi i profili valutati, tra questi anche quelli di Vincenzo Torrente e Pasquale Padalino, mentre con Domenico Toscano sono stati avviati i primi contatti. C'è anche stato un sondaggio con Massimo Drago, che però ha un contratto oneroso con il Cesena. 

Lucarelli: "Non ho mai provato tanta vergogna in tutta la carriera"

Una giornata che difficilmente potrà dimenticare, dopo il 5-0 subìto dal suo Catania sul campo del Monopoli Cristiano Lucarelli si è voluto scusare pubblicamente e ha parlato di vergogna mai provata in carriera. "Voglio chiedere scusa a tutti – ha detto l’allenatore rossazzurro nel postpartita -, mi presento qui con la faccia rossa dalla vergogna. E’ una giornata storica in negativo, per questo, come ho già detto, voglio scusarmi con tutti: con i tifosi, con la città e con la società. In 36 anni di carriera non ho mai provato una vergogna del genere. Abbiamo immediatamente preso dei provvedimenti e abbiamo deciso di sospendere tutti i permessi e di andare in ritiro. In questi momenti difficili ci mettiamo la faccia, ma vogliamo continuare ad essere un gruppo unito. Questa giornata non la dimenticherò mai, questa è una macchia indelebile nella mia carriera. Mi scuso ancora, con tutti". Oltre a Lucarelli ha parlato al termine della pesantissima sconfitta con il Monopoli anche il capitano del Catania, Marco Biagianti. "Chiedo scusa a tutti i tifosi, sia a quelli venuti in trasferta che a quelli rimasti a casa, a nome della squadra – ha detto il centrocampista rossazzurro -, ma allo stesso tempo chiedo loro di starci vicino, nonostante tutto, perché per ripartire abbiamo bisogno della nostra gente. Una cosa è sicura, noi non molleremo fino alla fine".

Lo Monaco: "Una delle pagine più nere della storia del Catania"

E anche l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, attualmente impegnato ad individuare il profilo più giusto per la panchina, ha commentato risentito la prova della squadra di Lucarelli nell’immediato post-gara. "Dal punto di vista tecnico si può parlare di una delle pagine più nere della storia del Catania – ha detto il dirigente del club siciliano -, in tanti anni raramente ho visto qualcosa di simile. Una prova del genere è inspiegabile e non ha alcuna giustificazione. In questo modo si disonora la maglia del Catania e questo non posso permetterlo a nessuno. E’ per questo motivo che non escludo ulteriori provvedimenti, oltre a quelli già presi. Questa partita non può essere etichettata come un episodio, deve far riflettere. Dopo una prestazione del genere le speranze di agguantare il primo posto rimangono lettera morta, perché se questa è la reazione che hanno i giocatori vuol dire che c’è qualcosa che non va. Questa è una vergogna incontentabile. Il Catania, cha ha l’organico più forte del campionato, è uscito dal campo tra gli 'olè' dei tifosi del Monopoli. La squadra ha letteralmente consegnato la partita agli avversari. Nessuno, dal primo all’ultimo, può permettersi di giocare con la pelle del Catania. E quindi adesso vanno tutti in ritiro a spese loro".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi