Premier LeagueGiornata 33 - martedì 10 maggio 2022Giornata 33 - mar 10 mag
Fine
Aston Villa
Douglas Luiz 3'
1 - 2
Liverpool
Matip J. 6'Mané S. 65'
Aston Villa
Douglas Luiz 3'
1 - 2 Liverpool
Matip J. 6'Mané S. 65'
  • PREVIEW
  • FORMAZIONI
  • STATISTICHE
  • HIGHLIGHTS
  • CORRELATI

Aston Villa-Liverpool 1-2: video, gol e highlights

Il Liverpool batte 2-1 l’Aston Villa e torna in testa alla classifica accanto al Manchester City ma con una gara in più. Una partita non facile contro la squadra guidata dall’ex capitano dei Red Devils Steven Gerrard che fino all’ultimo ha provato a rimetterla in equilibrio. Vantaggio dei padroni di casa dopo tre minuti con Luiz. Pareggio immediato di Matip e gol partita firmato a metà ripresa da Manè

Una gara difficile, iniziata male ma poi raddrizzata prontamente e alla fine vinta. Il Liverpool fa il proprio dovere e conquista i tre punti nel match che ha aperto l'ultimo turno di recuperi della Premier League, quelli della 33^giornata. Una vittoria che regala ai Red Devils un nuovo aggancio in testa alla classifica al Manchester City che però la sua partita la deve ancora recuperare contro i Wolves

Inizio da incubo poi ci pensa il solito Manè

leggi anche

Klopp a Guardiola: "Difficile sopportare l'eliminazione da Champions"

Contro la squadra dell'amatissimo ex Steven Gerrard la formazione di Jurgen Klopp, che lascia in panchina all'inizio sia Salah che Firmino, parte malissimo concedendo al primo affondo il vantaggio al brasiliano Douglas Luiz che approfitta di un malinteso fra Tsimikas e Van Dijk. La fortuna del Liverpool è l'immediato pareggio con Matip che risolve una confusa mischia in area avversaria raccogliendo un assist sempre di Van Dijk. Poi ancora tante incertezze di cui l'Aston Villa non ha saputo approfittare. Meglio il Liverpool nella ripresa fino al gol di Manè che recupera il pallone e poi raccoglie il cross di Luis Diaz imbeccato da Diogo Jota. Nel finale qualche brivido di troppo e anche un gol di Ings annullato per fuorigioco. Klopp chiama, adesso tocca a Guardiola rispondere