Inter, Pioli: "Voci sul futuro? Sono sereno"

Serie A
Stefano Pioli, allenatore dell'Inter (inter.it)

L'allenatore nerazzurro pronto al riscatto dopo la sconfitta con la Roma: "Ci aspetta una partita contro un Cagliari che giocherà a viso aperto". Sulle voci che vogliono altri allenatori sulla panchina dell'Inter nella prossima stagione: "Penso solo a fare bene qui fino a maggio, le chiacchiere non mi danno fastidio"

“C’è stata delusione per la partita con la Roma, non è andata come volevamo. Abbiamo lavorato sugli aspetti negativi, abbiamo perso una battaglia ma non la guerra”. Le parole in conferenza stampa di Stefano Pioli evidenziano l’umore dei nerazzurri, desiderosi di riscattarsi domenica sul campo del Cagliari: “Credo che loro abbiano un grande obiettivo: quello di fermare nuovamente una squadra blasonata come la nostra. Ci aspetta una partita contro una squadra che giocherà a viso aperto e cercherà di batterci. In passato abbiamo avuto qualche stop e siamo stati sempre bravi a reagire. Credo che si sia vincenti portando a casa le partite che contano, ma bisogna esserlo anche facendo capire che si riesce sempre a reagire“.

Critiche e fantasmi - Qualche critica dopo la sconfitta casalinga per 3-1 contro i giallorossi: “Nulla di nuovo - ha commentato Pioli - niente di inaspettato. Abbiamo perso una partita che volevamo sviluppare diversamente, siamo stati bravi a valutare e lavorare sugli aspetti negativi. Ho schierato la miglior formazione per giocarcela, ma potevamo fare sicuramente di più“. E continuano le voci sugli allenatori che potrebbero arrivare all’Inter nella prossima stagione: “Queste voci non esistono, io penso solo a dare il massimo e fare il bene dell’Inter. Le voci ci sono ovunque e non mi danno assolutamente fastidio. Io e la squadra siamo concentrati sul lavoro, penso solo a fare il massimo sulla panchina dell’inter fino al 28 maggio. Le voci è inevitabile che ci siano, ma né mi tolgono serenità né convinzione nell’attività che svolgo”.

Gap - Pioli è convinto che l’Inter possa arrivare presto a giocarsela con le big del campionato: “Per avvicinarsi alle prime tre serve lavoro e tempo. Sono formazioni al vertice negli ultimi anni e col tempo hanno trovato continuità, investimenti e capacità di migliorare il proprio organico. Non cerchiamo di avvicinarci e la distanza non è così notevole, però è anche vero che se abbiamo perso gli scontri diretti ci manca ancora qualcosa”, ha detto. “Serve tempo. La qualità in questa squadra c’è e per questo motivo sono positivo e penso che riusciremo ad avvicinarci alle prime. Domenica abbiamo preso due gol che non erano delle vere e proprie occasioni: dobbiamo essere bravi a sfruttare anche questo tipo di occasioni per essere sempre più efficaci anche in fase di finalizzazione“. E ancora: “Se diamo una valutazione alle classifiche, nelle ultime quattro stagioni sono state sempre molto simili. Stiamo lavorando per togliere il gap di differenza con le prime in classifica. Inseriremo gli elementi necessari per alzare il nostro livello“.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport