Pirlo dopo Roma-Juve: "Passo indietro, ma siamo una squadra in costruzione"

Serie A

L'allenatore bianconero commenta il pareggio di Roma: "Possiamo ritenerlo un punto guadagnato. C'è ancora da lavorare, abbiamo avuto poco tempo. L'Inter è migliorata, ma non so se è più forte di noi: ce la giocheremo fino alla fine"

Dopo la vittoria all'esordio contro la Sampdoria, la Juventus si ferma contro la Roma. All'Olimpico finisce 2-2, questo il commento di Andrea Pirlo a fine partita: "Abbiamo affrontato due squadre diverse, sapevamo di giocare contro una Roma che attaccava con diversi giocatori a differenza di quanto accaduto con la Sampdoria – le parole dell'allenatore bianconero a Sky Sport - Abbiamo fatto un passo indietro, ma siamo una squadra in costruzione e quindi possiamo ritenerlo un punto guadagnato. Non abbiamo avuto modo di provare molto in pre-campionato, queste partite quindi sono anche dei test. Ma c'è stato il giusto spirito anche da parte di chi è entrato come Arthur, che non giocava da parecchio tempo. È arrivato da poco e deve ancora ambientarsi. Lo stesso Bentancur ha avuto dei problemi e deve ancora crescere. Bisogna continuare a lavorare e molti calciatori miglioreranno anche sul piano della personalità".

"Morata? E' arrivato solo da due giorni"

vedi anche

Roma-Juventus 2-2: gol e highlights

Pirlo parla poi dei principi di gioco della squadra: "Volevamo sfruttare l'uno contro uno davanti, dovevamo essere pronti a giocarci le nostre chance in attacco. Non è andata molto bene, ma sapevamo che contro la Roma avremmo potuto incontrare delle difficoltà. Ci sono dei meccanismi che dobbiamo ancora provare, non avendolo fatto prima dovremo farlo in partite ufficiali. Anche Morata ha avuto delle difficoltà, ma è arrivato da soli due giorni. Il centrocampo? Abbiamo tutti giocatori che possono giocare a due, non ci sono registi nella nostra rosa e forse solo McKennie è una mezzala".

"Inter migliorata, ce la giocheremo fino alla fine"

leggi anche

Ronaldo: "Con Pirlo la squadra è più contenta"

Sul confronto con l'Inter: "Non lo so se loro sono più forti, ma sicuramente sono migliorati. Hanno aggiunto tanti elementi di qualità. Noi abbiamo tanti giocatori giovani. Non so dire chi è più forte, ma ce la giocheremo fino alla fine. Sicuramente le sostituzioni sono importanti e loro lo hanno dimostrato inserendo cinque giocatori che hanno cambiato la partita". Infine una battuta su Ronaldo: "Si allena tanto e deve fare gol, è uno che dà tanto. Ha corso molto anche in dieci ed è un bel segnale anche per i compagni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche