21 gennaio 2017

Frosinone, Marino: "L'espulsione non c'era"

print-icon
marino_frosinone_lapresse

Pierpaolo Marino, allenatore del Frosinone (La Presse)

Finisce 2-1 la partita tra i giallazzurri e la Virtus Entella, la formazione ospite - in dieci per oltre un tempo - non è riuscita a mantenere il vantaggio iniziale: "Qualcosa abbiamo sbagliato ma la prestazione è stata comunque buona. L'arbitraggio ha condizionato tutto"

Perde ancora il Frosinone di Pierpaolo Marino, che rimane in 10 per l’espulsione di Maiello nel primo tempo e finisce per subire il pareggio e la rimonta della Virtus Entella. Segna in apertura di gara Dionisi, nel recupero del secondo tempo i gol di Troiano e di Caputo ribaltano tutto. I giallazzurri perdono così la seconda posizione in classifica, superati dalla Spal e fermi a 38 punti. Nel post gara, ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore dei ciociari Marino ha parlato soprattutto della prova dell’arbitro che, a suo modo di vedere, ha condizionato la gara: "Ci sono stati due minuti di follia che hanno mandato all'aria tutta la partita; sono contento della prestazione dei ragazzi perché non è mai facile giocare per più di un'ora in inferiorità numerica. Mi dispiace perché non sono assolutamente contento dell'arbitraggio, non è possibile, alle prime opportunità, ammonire con così tanta facilità i nostri giocatori".

"Nel secondo tempo abbiamo subito non so quanti falli e non è stato mai tirato fuori un cartellino giallo per gli avversari. È stata una gestione che non mi è piaciuta affatto, al di là del modo di giocare diventa difficile di fronte a certe cose. Bisogna stare attenti perché gli errori li facciamo noi e li paghiamo, ma anche gli arbitri devono fare attenzione per come gestiscono le partite; sono davvero molto arrabbiato perché sinceramente meritavamo qualcosina in più, abbiamo fatto una partita ordinata di contenimento perché siamo stati messi in questa posizione. L’episodio dell’espulsione? E’ un fallo involontario, il giocatore non ha gli occhi dietro e già era stato ammonito senza motivo; non si può lasciare una squadra in 10 per una cosa così, tutto è stato condizionato".

E ancora: "C’è rammarico per come abbiamo subito i due gol, non siamo stati bravi in alcune situazioni però se analizziamo anche tutta la partita e si vanno a vedere tutti i falli subiti che non sono stati fischiati all'Entella vi renderete conto che noi abbiamo perso un giocatore che ha fatto un fallo involontario e per questo motivo ci siamo anche innervositi. Sono rammaricato per come è stato gestito tutto quanto, poi è chiaro che anche noi abbiamo sicuramente commesso degli errori, altrimenti non avremmo subito gol. Ho guardato la classifica ma, ripeto, la prestazione sia stata buona, siamo partiti subito bene senza rischiare niente poi chiaramente in 10 qualcosa lo abbiamo subito e concesso. Ma da questo punto di vista dico che i ragazzi hanno fatto una buona gara lottando e sacrificandosi, a partire dagli attaccanti; quindi posso solo fare i complimenti a loro ed è chiaro che qualcosa in più sugli episodi potevamo fare".

SERIE B - I GOL

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky