Hellas, Pecchia: "Il pareggio ci sta stretto"

Serie B
pecchia_lapresse

L'1-1 col Carpi ha rimandato la festa promozione dei gialloblu. Pecchia amaro a fine gara: "Ci teniamo il risultato, ma nel secondo tempo non c'è stata gara. Speravamo di chiudere i conti oggi". Ganz decisivo: "All'orizzonte vedo solo la Serie A"

Promozione mancata, conseguenza diretta di una partita difficile. L’Hellas Verona trova solo il pareggio nell’ultima in casa contro il Carpi ed è costretto a rimandare la festa per la Serie A, che potrebbe esserci invece giovedì dopo la sfida di Cesena. C’è dell’amarezza nelle parole di Fabio Pecchia, che ha visto sprecare dai suoi tante occasioni per rimettere in piedi prima un risultato riacciuffato solo negli ultimi minuti: “Complimenti ai miei ragazzi ed al pubblico. Una partita che sembrava stregata, un pareggio che ci sta stretto ma ce lo teniamo”, ha detto nel post l’allenatore gialloblu. “Nel secondo tempo non c’è stata gara, trovare spazi non era semplice ed è per questo va apprezzata ancora di più la prestazione della squadra. Possiamo essere soddisfatti anche se speravamo tutti di chiudere i conti oggi. Al derby c’era un pubblico straordinario, oggi lo è stato ancora di più. La squadra penso che abbia ripagato con una grande prestazione”. Ganz decisivo nell’1-1: “È un giocatore che abbiamo fortemente voluto. Non importa la quantità ma la qualità delle prestazioni. Ha messo a disposizione della squadra le sue qualità”.

Ganz: "Ora è tutto nelle nostre mani"

Proprio Simone Andrea Ganz ha parlato dopo la gara: “Ci abbiamo provato fino alla fine ma non ci siamo riusciti. Ora è tutto nelle nostre mani”, ha detto. Tante le parate decisive di Belec durante la partita: “è stato molto bravo soprattutto su Pazzini. Poi io ho fatto un bello stop e sono riuscito a segnare. Sono contento, ora sta tutto a noi e al match di giovedì. Cosa vedo all’orizzonte? La promozione”. Anche Ferrari ha detto la sua dopo il 90’: “A Cesena ci basta un pareggio per andare in Serie A, ma ci presenteremo al Manuzzi per dare il massimo e cercare di portare a casa la vittoria. Col Carpi abbiamo giocato bene ma abbiamo sbattuto più volte contro il portiere Belec. La vittoria del Benevento? Non me ne ero nemmeno accorto, ho sentito i tifosi esultare e solo dopo ho visto il risultato sul tabellone. Il mio futuro? Devono mettersi d’accordo Bologna e Hellas Verona”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche