Empoli, Vivarini: "Non avremmo meritato di perdere, grande reazione"

Serie B

Il commento dell'allenatore azzurro dopo il pareggio di Palermo: "All'inizio abbiamo sofferto la veemenza dei nostri avversari, poi siamo venuti fuori bene. Elogio i miei ragazzi perchè non hanno mai mollato, sappiamo di avere grandi possibilità"

Ancora una doppietta per Caputo, che la settimana scorsa ha steso il Bari e che invece questa volta ha permesso all'Empoli di uscire con un punto prezioso dal Barbera. Palermo raggiunto nel recupero sul 3-3 dagli uomini di Vincenzo Vivarini, che ha commentato così la sfida contro i rosanero. "Abbiamo sofferto molto l’impatto col match – ha dichiarato l'allenatore azzurro - Nei primi dieci, quindici minuti ci hanno messo sotto e ci siamo fatti trovare impreparati. Però, dopo aver preso due gol, abbiamo tirato fuori una grande partita che non avremmo sicuramente meritato di perdere. Ci aspettavamo che la gara si giocasse prevalentemente sulle fasce e l’avevamo preparata cosi, le nostre difficoltà sono nate soprattutto dalla veemenza che ha messo il Palermo in quella prima parte di gara. Ci può stare in una partita fuori casa, contro una squadra forte,  ma io voglio ancora elogiare i miei ragazzi perchè non hanno mai mollato e ci siamo buttati dentro fino all’ultimo respiro".

"La squadra ha lottato fino all'ultimo istante"

"Abbiamo preso il terzo gol rocambolesco, perdendo due rimbalzi a centrocampo ed anche davanti al portiere c’è stato un rimbalzo particolare – prosegue Vivarini - Non era facile a quel punto ma la squadra ha dimostrato attaccamento, ha lottato fino all’ultimo istante ed è arrivata la gioia del pareggio. Dopo il doppio svantaggio abbiamo rimesso la gara sui giusti binari e lo abbiamo fatto con padronanza, personalità, gestione della palla e con gioco. Dobbiamo sicuramente lavorare per trovare maggiore solidità perchè il cruccio che abbiamo adesso è che prendiamo dei gol che dobbiamo evitare di prendere nel prosieguo. Però sappiamo che abbiamo delle belle potenzialità per quanto riguarda la fase di possesso e di finalizzazione. Ninkovic è andato bene, è un giocatore di qualità che è entrato subito in partita, noi dobbiamo lavorare a livello generale per trovare il miglior equilibrio e solidità, in fase offensiva abbiamo tante soluzioni. Man mano che passa il tempo dobbiamo diventare sempre più squadra, sabato prossimo dobbiamo tirare fuori una partita di grande intensità perchè questo è un campionato difficile e non dobbiamo mai abbassare la guardia". 

I più letti