user
11 novembre 2017

Cittadella, Venturato: "Giocheremo come sempre. È una delle corazzate della Serie B"

print-icon
ven

Queste le parole dell'allenatore del Cittadella alla vigilia della partita al Tombolato contro il Parma: "Noi cercheremo di giocare come sempre proponendo il nostro gioco. Loro sono una delle corazzate della Serie B, ce ne sono tante quest’ anno"

Due pareggi di fila, ma adesso Venturato vuole rialzare la testa. Cercerà di farlo grazie alla voglia di stupire dei suoi ragazzi, tra sacrificio, passione e qualità. Ecco le parole dell'allenatore in vista della partita di domani contro il Parma al Tombolato: "La differenza la farà la capacità di applicarsi con costanza e concentrazione per il maggior minutaggio possibile. Loro sono molto forti nelle palle da fermo, ci abbiamo lavorato anche noi perché i calci piazzati sono un valore importante all'interno del gioco del calcio".

Voglia e coraggio

Tra scelte tecniche ponderate in base al lavoro della settimana, ma tutto contornato dalla stessa determinazione: "È una squadra importante costruita per provare a ritornare in serie A. È una delle corazzate della Serie B, ce ne sono tante quest’ anno. Penso loro giochino come sempre, cercheranno di essere compatti ed equilibrati, sarà un esame difficile perché i punti ora iniziano davvero a pesare. Noi cercheremo di giocare come sempre proponendo il nostro gioco".

Le parole di D'Aversa

“Il Cittadella è una squadra in salute, aggressiva, dovremo essere pronti prima di tutto mentalmente. Se analizziamo tutte le partite che abbiamo giocato fino ad ora c’è stata tutto sommato continuità, ma dobbiamo considerare anche il valore degli avversari: nella scorsa gara contro una squadra costruita per andare in Serie A come il Frosinone ci possono stare momenti in cui devi saper soffrire”. L’allenatore ha proseguito così: “Ai ragazzi chiedo di dare il massimo e di saper leggere determinati momenti della partita: a volte dovremo ragionare e altre spingere sull’acceleratore. Il modulo? Non sarà importante quello ma la determinazione con la quale lo interpretiamo. Contro il Frosinone quel che mi ha infastidito sono stati i tanti errori tecnici all’inizio della gara, chiaro che c’è stato rammarico perché dopo la prestazione globale siamo andati a casa con zero punti: ho il difetto di non accettare la sconfitta soprattutto quando i miei ragazzi non la meritano, ma ora dobbiamo pensare al Cittadella perchè possiamo andare incontro a delle difficoltà. Il loro ambiente è sereno ma interpretano il calcio in maniera aggressiva sul campo, inoltre sia i vecchi che i nuovi giocatori hanno molto senso di appartenenza al club, dovremo state attenti”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi