Trapani senza medico: la Casertana vince a tavolino. Battibecco Evacuo-Pellino

Serie C

Il Trapani non ha potuto disputare il match d'esordio del campionato di Serie C a causa dell'assenza del medico sociale. Sarà assegnato il 3-0 a tavolino alla Casertana. Parole dure del capitano Evacuo che, dopo aver denunciato l'accaduto, ha discusso davanti alle telecamere con il neo patron Pellino. Video tratto dal profilo facebook di trapanigranata.it

Dopo i campionati di Serie A e Serie B anche la Serie C ha riaperto i battenti. Non per tutti però. E' la storia del Trapani Calcio che si è visto negare la possibilità di scendere in campo per la prima giornata del girone C contro la Casertana. Il motivo? Assenza del medico sociale. Infatti, con le due squadre allo stadio pronte per disputare il match, gli ispettori della Procura Federale e della Lega Pro, presa visione, come da prassi, della documentazione e attestata la mancanza del medico sociale, hanno impedito lo svolgimento della gara per la quale la vittoria verrà assegnata alla Casertana a tavolino.

Evacuo: "E' umiliante"

Tutto ciò ha suscitato indignazione e sdegno tra i calciatori del Trapani rappresentati dal proprio capitano, Felice Evacuo, un passato tra Lazio, Avellino, Benevento, Novara, Parma e Alessandria: "Quello che è successo oggi è umiliante, ignobile e vergognoso - dice l'attaccante - Non abbiamo potuto disputare la partita per assenza del medico, siamo stati umiliati e mortificati, né la vecchia proprietà, tantomeno la nuova ha dimostrato con i fatti di saper rispettare i protocolli e conoscere i regolamenti".

La discussione con Pellino

Di quanto accaduto è stato chiamato a rispondere il nuovo patron del club Gianluca Pellino che ha voluto spiegare i problemi incontrati: "Abbiamo tesserato il mister mandando una Pec alla Figc venerdì sera e questo tesseramento è stato ratificato grazie all'auito del dottor Paolo Piani, mentre ci sono stati problemi per il tesseramento del medico che non è stato effettuato perché gli uffici della Federcalcio sono chiusi sabato e domenica. Ho provato a chiamare il dottor Mazzarella (lo storico medico sociale del Trapani che è in malattia ndr) ma niente. Io non voglio giudicare...". A quel punto Evacuo, presente nei pressi, è intervenuto nuovamente: "Vuole dare la colpa al dottor Mazzarella? Sta dando la colpa a tutti, ai giocatori sindacalisti, ai tifosi violenti, ora anche al medico? - ha detto Evacuo - Avrebbe potuto leggere il regolamento e sapere che senza medico non si può giocare. Una società seria non tessera il mister e il medico il venerdì sera, due giorni prima di giocare. Noi siamo professioniti". La replica di Pellino: "Io ho ereditato una cattiva gestione precedente e ci metto la faccia, sono il proprietario dalle 18.55 di venerdì del Trapani calcio". Una storia destinata a proseguire sin dalle prossime ore quando il Trapani dovrebbe tornare ad allenarsi e ottemperare a tutti gli obblighi previsti dal protocollo sanitario. E pensare che durante l'estate il club aveva rischiato la non iscrizione al campionato ma in extremis era riuscito a presentare tutta la documentazione poi ratificata dalla Covisoc.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche