Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 marzo 2019

Mercato NBA: LeBron James via dai Lakers per colpa del suo agente?

print-icon

La suggestione di mercato lanciata da Jeff Van Gundy in telecronaca e raccolta da Ric Bucher sta facendo discutere: davvero i problemi tra Rich Paul e la dirigenza della squadra di Los Angeles potrebbero portare a un clamoroso divorzio? 

I LAKERS CADONO A PEZZI A CAUSA DEGLI INFORTUNI

Tutto è cominciato in maniera provocatoria, durante la partita persa dai Lakers in casa contro i Boston Celtics. Jeff Van Gundy, allenatore e storica voce del basket NBA, suggerisce alla squadra gialloviola in fase di commento di mettere in discussione non solo i giovani talenti, ma anche la presenza di LeBron James all’interno del roster. Se c’è bisogno di una scossa dopo una stagione disastrosa, nessuno può essere escluso, anche chi come al solito ha continuato a rendere di gran lunga al di sopra dei propri compagni. Commenti a cui ha fatto poi seguito il report di Ric Bucher, giornalista di Bleacher Report che ha colto la palla al balzo, sottolineando come la questione in casa Lakers non sia un tabù. Secondo quanto riportato, Jeanie Buss - la proprietaria della squadra gialloviola - aveva preso in considerazione quel tipo di opzione ben prima che Van Gundy ne parlasse in telecronaca. Un dubbio e un’ipotesi nata in realtà non dall’impatto sul parquet e dal rendimento di LeBron, ma dai problemi generati dall’essere costretti a trattare con Rich Paul; l’agente di James che per settimane ha tenuto in ostaggio i Lakers durante la trattativa per arrivare ad Anthony Davis. L’agente è stato più volte accusato di aver spifferato a proprio piacimento indiscrezioni sulle strategie dei Lakers per far salire la quotazione del n°23 dei Pelicans - suo assistito, come tanti altri talenti in giro per la Lega. Lo stesso Paul ha negato a Bleacher Report il suo coinvolgimento in operazioni di questo genere, ma nel report pieno zeppo di indiscrezioni si legge che Jeanie Buss non ha creduto alla sua versione dei fatti ed è andata su tutte le furie per questo. Tanto da arrivare a immaginare un futuro senza LeBron pur di non avere più a che fare con Paul, il quale, informato dei fatti, è subito corso a chiarire la situazione con la proprietaria dei Lakers. “Se mai ci fosse stato qualcosa di cui preoccuparsi, è stato spazzato via”, raccontano altre fonti. Meglio non scherzare con il fuoco.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi