Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, scambio Portland-Houston: i Blazers mettono le mani su Robert Covington

NBA
©Getty

Preoccupati di perdere Harden e/o Westbrook, i Rockets intanto cedono Robert Covington ai Blazers in cambio di Trevor Ariza (di ritorno in Texas per la terza volta) e di due due scelte al primo giro, al Draft 2020 e 2021. Una mossa sicuramente tenuta d'occhio anche dalle due superstar "scontente" di Houston 

Due giocatori simili, se si vuole, Robert Covington e Trevor Ariza (per ruolo e alcune caratteristiche di gioco) ma cinque anni di differenza: si può spiegare così la scelta dei Portland Trail Blazers di sostituire il secondo con il primo, in una trade con gli Houston Rockets che ha visto la squadra del Texas ricevere anche la scelta al primo giro dei Blazers al Draft 2020 e 2021 (però protetta). Lo scambio è sostanzialmente cosa fatta — come riportato dall’insider di ESPN Adrian Wojnarowski — ma non può essere ufficializzato prima dello svolgimento proprio del Draft (nella notte tra mercoledì e giovedì in Italia, visibile su Sky Sport) perché la lega permette sì di inserire scelte future al Draft in uno scambio, ma non due in anni consecutivi. Al Draft in arrivo, quindi, la scelta n°16 dei Blazers sarà in realtà da leggere come una scelta di Houston, in un momento storico in cui la franchigia texana è scossa dalle voci che vorrebbero tanto James Harden quanto Russell Westbrook scontenti dell’attuale situazione e quindi potenzialmente in uscita. In entrata, invece — e non è la prima volta — Houston accoglie il 35enne Ariza, che in carriera ha già indossato altre due volte la maglia dei Rockets, la prima nella stagione 2009-10 e poi ancora per quattro anni dal 2014-15 fino al 2017-18.

Gli equilibri dei Blazers e l'ipotesi Millsap

approfondimento

Mercato: il doppio colpo dei Milwaukee Bucks

Portland di par suo svecchia come detto il roster assicurandosi uno dei giocatori 3&D più efficaci di tutta la lega, complemento all’apparenza perfetto per una coppia di guardie super offensiva come quella formata da Lillard e McCollum, in un quintetto che vede anche il punto fermo Jusuf Nurkic in centro e un ruolo da numero quattro che potrebbe a questo punto essere quello più incerto, conteso dal grande veterano Carmelo Anthony (se verrà confermato) o dal giovanissimo Zach Collins, chiamato però a dimostrare di poter avere impatto costante anche a livello NBA. Il nome a sorpresa che potrebbe entrare nella discussione è quello di Paul Millsap: scadutogli il contratto, il veterano dei Nuggets secondo quanto riportato da Kevin O’Connor è nel mirino di Portland, per dare solidità ed esperienza attorno a canestro, dove tanto male ha fatto Anthony Davis nello scontro di primo turno dei playoff. Se Covington — capace forse di equilibrare meglio il quintetto base — dovesse subito ottenere da coach Stotts il rango di titolare, a scalare in panchina potrebbe essere (almeno all’inizio, contendo anche la lunga assenza dai parquet) il rientrante Rodney Hood, in un roster che si annuncia comunque lungo e completo.