Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron James: "Credo che non tornerò mai più al 100% nella mia carriera"

LE PAROLE

Il n°23 dei Lakers ha giocato 31 minuti contro Sacramento, ha raccontato di aver avuto più difficoltà del solito in fase di riabilitazione e soprattutto ha iniziato a sottolineare - almeno a parole - che giunto a 36 anni sarà complicato immaginare di rivederlo straripante a livello fisico come in passato: "È impossibile, lo so"

LeBron James lo aveva già detto in precedenza, ma questa volta in molti sembrano aver preso sul serio i suoi commenti. Dopo 60.721 minuti giocati in 18 anni di carriera NBA - considerando anche i playoff - è normale anche per un super atleta come il n°23 dei Lakers iniziare a sentire un calo irreversibile di condizione. Tornare in campo dopo un infortunio diventa così un’impresa più complicata, un percorso mai completato del tutto: “So che non sarò mai più al 100% della mia forma, mai più nella mia carriera. È impossibile, non riuscirò più a essere quel tipo di giocatore”. Parole nette, ben diverse da quelle che in passato avevano preoccupato i suoi tifosi, stanno lentamente iniziando ad abituarsi all’idea che anche LeBron sta invecchiando. Il suo impatto, la resa e la capacità di incidere resteranno decisive per i Lakers, ma il messaggio implicito sembra dare il via a un possibile e fisiologico passaggio di testimone.

vedi anche

LeBron, che beffa: battuto dai Kings al rientro

Sono bastati 31 minuti contro Sacramento per capirlo? No, anche perché la tenuta fisica è stata di buon livello: “La prima partita dopo sei settimane d’assenza non è mai semplice da affrontare, per fortuna ne ho giocate poche in carriera. Mi sento bene, nonostante la caviglia mi abbia dato un po’ di fastidio nel corso della gara. È stato un ottimo rientro. Dal primo momento subito dopo l’infortunio ho avuto l’intenzione di tornare il prima possibile sul parquet, è nella mia indole. Ho fatto trattamenti e riabilitazione a tutte le ore, in ogni situazione. Ho passato molto più tempo a fare fisioterapia che a dormire, proprio perché sapevo che era importante tornare in campo”. La volontà e l’impegno quindi resteranno sempre gli stessi, ma iniziare a immaginare un’orizzonte senza LeBron James è qualcosa che con cui dover fare i conti prima del previsto, nonostante il n°23 dei Lakers farà di tutto per allontanare un inevitabile appuntamento.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport