Please select your default edition
Your default site has been set

NBA Finals, LeBron James in prima fila? Giannis racconta un aneddoto su Space Jam. VIDEO

le parole
©Getty

Il n°34 greco dei Bucks, a un passo ormai dal primo titolo NBA della sua carriera, ha commentato la presenza a bordocampo di LeBron James, spiegando come non ci sia stato alcun saluto tra i due e non nascondendo la sua incredulità: “La sera prima stavo guardando Space Jam in TV: qualche ora dopo eccolo lì in prima fila!”

NBA FINALS: GARA-6 IN DIRETTA QUESTA NOTTE ALLE 3.00 SU SKY SPORT UNO

LeBron James ha trovato il modo, anche questa volta, di ritagliarsi un posto speciale all’interno della NBA Finals - immortalato sullo sfondo nello scatto della schiacciata di Giannis Antetokounmpo che ha deciso gara-5 e trovando così uno spazio e una chiave per associare il suo nome a questa serie finale. Una presenza a bordocampo che ha in parte sorpreso il n°34 dei Milwaukee Bucks, che ha raccontato in conferenza stampa il suo stupore: “A pensarci è tutto così incredibile: la prima volta che lui è arrivato alle Finals era il 2007, io non avevo mai giocato a pallacanestro in vita mia all’epoca”, sottolinea Antetokounmpo, aggiungendo poi che, a differenza di Chris Paul (amico di LeBron e il principale motivo per cui James ha deciso di essere in prima fila a seguire il match), lui non ha avuto modo di parlare con LeBron: “Non c’è stato modo di salutarci, né di chiacchierare. Ma in generale non è qualcosa che faccio a fine partita, a prescindere da chi sia presente sugli spalti. Può esserci anche mia madre a bordocampo, ma non mi fermo a salutarla mentre sto giocando: cerco soltanto di essere il più concentrato possibile sulla partita”.

vedi anche

Space Jam, che successo: LeBron saluta gli haters

La battuta però che ha raccolto tutti i titoli e le attenzioni - in quelle che ormai sono diventate delle conferenze stampa di culto - riguarda Space Jam e la presenza di LeBron nel film uscito da qualche giorno negli Stati Uniti: “È incredibile, questa è una storia pazzesca e non voglio fare promozione o pubblicità: la sera prima di gara-5 stavo guardando Space Jam in TV. E niente: qualche ora prima era sullo schermo e poi, eccolo lì, te lo ritrovi seduto in prima fila”. Non tanto una questione di ispirazione o di capacità di cogliere spunto dalla battaglie sul parquet della Goon Squad, quanto l’incredulità di fronte al fatto di essere diventato parte integrante di un mondo unico e irraggiungibile per un ragazzo come lui: Giannis Antetokounmpo, a una sola partita di distanza dal suo primo titolo NBA, stenta ancora a credere nel fatto che sia tutto vero.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche