Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, il giro assurdo per portare Spencer Dinwiddie a Washington

mercato nba

Dopo due giorni di trattative, gli Washington Wizards sono finalmente riusciti a concludere la firma di Spencer Dinwiddie, chiudendo una complicatissima sign-and-trade che ha incluso altre quattro squadre, dovendo ampliare lo scambio già trovato per mandare Russell Westbrook a Los Angeles. Ecco tutti i dettagli dello scambio

È raro vedere in NBA uno scambio che coinvolge ben cinque squadre, e lo è ancora di più quando c’è di mezzo una o più sign-and-trade da concludere. Per questo negli ultimi due giorni gli Washington Wizards hanno avuto più di un problema a chiudere la firma di Spencer Dinwiddie, con il quale avevano trovato l’accordo per circa 60 milioni di dollari in tre anni ma per il quale avevano bisogno della collaborazione dei Brooklyn Nets (l'ultima squadra di Dinwiddie, che lo scorso anno è rimasto fuori per la rottura del crociato) per concludere la sign-and-trade, non avendo spazio salariale per firmarlo “da soli”. A rendere ancora più complicata la situazione si è messo il fatto che i Nets non avevano alcun interesse a “acquisire” contratti, vista la loro luxury tax già astronomica, quindi serviva una terza squadra a cui scaricare dei contratti. Una sponda trovata nei San Antonio Spurs, a cui è stato girato Chandler Hutchinson (evitando a Washington di pagare essa stessa la luxury) insieme a una seconda scelta al Draft “per il disturbo”, così come a Brooklyn sono finite due seconde oltre che una trade exception da 11.5 milioni. Quello che ha reso questo scambio particolarmente interessante per gli appassionati di salary cap è il fatto però che Washington per offrire a Dinwiddie i soldi che voleva ha dovuto “espandere” lo scambio già concluso con i Los Angeles Lakers per Russell Westbrook e con Indiana per Aaron Holiday, che diventerà ufficiale solamente il 6 agosto per motivi regolamentari. Ecco quindi come si compone alla fine il complicatissimo scambio:

  • Washington riceve: Spencer Dinwiddie (sign-and-trade, 60 milioni in 3 anni), Kyle Kuzma, Montrezl Harrell, Kentavious Caldwell-Pope, Aaron Holiday, Isaiah Todd (scelta numero 31 al Draft)
  • Los Angeles riceve: Russell Westbrook, seconda scelta 2024 (la peggiore tra Washington e Memphis), seconda scelta 2028
  • Indiana riceve: Isaiah Stewart (scelta numero 22 al Draft)
  • San Antonio riceve: Chandler Hutchinson, seconda scelta 2022 (la migliore tra Chicago, Detroit o Los Angeles)
  • Brooklyn riceve: seconda scelta 2024 (la migliore tra Memphis e Washington), possibilità di scambio seconda scelta 2025 (con Golden State o Washington), trade exception da 11.5 milioni

Dinwiddie festeggia citando Harry Potter

Sempre molto attivo su Twitter, Spencer Dinwiddie ha festeggiato la conclusione dell’estenuante scambio con una citazione decisamente pop: un video direttamente dal film Harry Potter e la pietra filosofale in cui Hagrid comunica al protagonista di essere un mago. “You are a wizard, Harry”, esattamente come Dinwiddie dopo due giorni di attesa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche