Madrid Masters 1000, un grande Fognini eliminato da Nadal

Tennis

Stefano Olivari

Il fuoriclasse spagnolo ha faticato per piegare l'italiano 7-6 3-6 6-4 , guadagnandosi gli ottavi di finale del torneo, in cui incontrerà Nick Kyrgios. Una partita che Fognini ha giocato con grande personalità e che può ridargli entusiasmo per Roma e Parigi. Tutto il il Masters 1000 di Madrid in diretta su Sky Sport HD

Rafa Nadal ha battuto Fabio Fognini 7-6 3-6 6-4 , guadagnandosi gli ottavi di finale del Masters 1000 di Madrid, in cui incontrerà Nick Kyrgios. Una partita che Fognini si è giocato benissimo, ben diversamente dalla semifinale di Miami, e che può ridargli entusiasmo per Roma e Parigi.

Dentro il campo

Fin dai primi scambi si capisce che Fognini, attuale numero 29 (Nadal è il 5) del mondo, è quello delle grandissime occasioni. Sempre propositivo e aggressivo, mai timoroso di fare Fognini tra rovesci tipo baseball e colpi di controbalzo. Per varie ragioni (il vento, l’altitudine, i campi veloci per essere di terra) Nadal non è mai stato a Madrid il miglior Nadal, nemmeno quando ha vinto il torneo. E conferma la tradizione faticando come un dannato a tenere i suoi turni di battuta contro un avversario con i piedi ben dentro al campo e l’atteggiamento di sfida dei giorni migliori. Arriva il break per Fognini, che va a servire per il set sul 5-4, ma Nadal ributta di là tutto e trascina l’avversario in un tie break che Fognini perde di puro nervosismo (sottolineato più volte, ai danni della sua racchetta).

Colpi vincenti

Fognini non si scompone e continua a mettere a segno colpi vincenti contro un Nadal in difficoltà, che si aggrappa soltanto alla sua concentrazione disumana, mai con un calo per ore e ore di fila anche se il livello del suo gioco è ben diverso da quello di Montecarlo e Barcellona. Il 6-3 per l’italiano, uno dei migliori set giocati in carriera, è perfino poco, per arrivare a un terzo set che Fognini inizia con grande personalità, prima del passaggio a vuoto, sul suo servizio sul 2-3, che dà il break a Nadal e lo  spinge fino al 5-2. Qui Fognini potrebbe alzare bandiera bianca e guadagnare la doccia, litigando con il pubblico (con qualcuno litiga davvero) e pensando al figlio in arrivo, ma si ribella alla sconfitta come in genere sa fare Nadal: tiene il servizio, ottiene il break e va a servire per il 5 pari. Qui Nadal schiaccia il suo solito tasto, ma tutti i punti se li deve prendere di forza e di classe. Adesso il bilancio degli scontri diretti dice 9-3 Nadal. Per il maiorchino ottavo di finale contro Kyrgios, che ha vinto facile 6-3 6-3 su Harrison. Per Fognini la condanna a ricordare una bellissima partita e una bellissima sconfitta (48 colpi vincenti contro i 26 di Nadal!) con il più grande giocatore sulla terra di tutti i tempi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.