Masters Shanghai, altra follia di Kyrgios: perde un set, impazzisce e se ne va. Poi chiede scusa...

Tennis

Il vulcanico giocatore australiano perde la testa durante il tiebreak contro Steve Johnson e decide di abbandonare il campo senza motivo dopo aver perso il primo set. Non è la prima volta che Kyrgios si rende protagonista di un comportamento antisportivo al Masters di Shanghai

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Dopo un buon torneo la scorsa settimana con la sconfitta in finale contro Rafael Nadal a Pechino, Nick Kyrgios perde la testa e si rende protagonista ancora una volta di una pessima scena. Durante il suo match di primo turno contro l’americano Steve Johnson, il tennista australiano perde il primo set al tiebreak e abbandona il campo senza motivo.

Durante il gioco decisivo Kyrgios è sopra 4-2, poi il rumore del pubblico lo fa innervosire e inizia a litigare con il giudice si sedia, che infierisce e gli dà un penalty point. Le discussioni tolgono la concentrazione all’australiano, che si fa rimontare e sul 5-5 perde un punto dopo aver sbagliato lo smash. A quel punto si gira verso il suo angolo e dice di voler andarsene a casa, Johnson vince il set con un ace e lui gli stringe la mano, prende il borsone e se ne va negli spogliatoi nello stupore generale.

Il suo avversario e il giudice di sedia rimangono increduli e cercano di capire cosa sia successo ma ormai Kyrgios è già sotto la doccia. È il secondo anno consecutivo in cui Kyrgios si rende protagonista di scene incomprensibili al Masters di Shangai: nella scorsa edizione durante il match contro Mischa Zverev decise di rinunciare deliberatamente a giocare i punti, lasciando passare le palline tirate dall’avversario. La Atp non lasciò passare inosservato il suo atteggiamento e lo sospese dal circuito per ben 8 settimane. Chissà che anche in questo caso il suo comportamento irrispettoso possa costargli una squalifica…

Le scuse su twitter

E forse proprio per evitare una multa o una sospensione dalla Federazione lo stesso tennista australiano ha voluto chiedere scusa su twitter postando un lungo messaggio nel quale si giustificava dicendo che non era al meglio a causa di un problema intestinale: "Voglio scusarmi con i tifosi che erano presenti a Shanghai e con quelli che stavano guardando la mia partita in giro per il mondo. Sto combattendo con un virus intestinale che mi sta debilitando da almeno 24 ore e sul campo non ero al mio meglio, come penso si sia notato sin dal primo punto giocato. La spalla ha cominciato a farmi male durante l'allenamento di questa mattina, cosa che di certo non mi ha aiutato, e al termine del primo set non avevo più le forze per continuare a giocare, anche perché non ho mangiato molto nelle ultime 24 ore. Spero di essere pronto per prendere parte al torneo di doppio, ma prenderò una decisione solo domani mattina, magari dopo una bella dormita questa notte. Sono molto amareggiato, anche perché avrei voluto dare continuità all'ottimo torneo che ho giocato a Pechino".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche