Caricamento in corso...
16 luglio 2017

Amichevoli estive: Torino nel segno del Gallo, il Bologna ne fa 17

print-icon
Andrea Belotti

Andrea Belotti, attaccante del Torino (Foto: LaPresse)

La squadra di Mihajlovic batte la Casatese Rogoredo 5-0. Bologna incontenibile ne rifila 17 alla Virtus Acquaviva, bene anche il Cagliari sul Redival (8-0). Finisce 6-1 l'amichevole tra Benevento e Faro Gaggio 

La stagione del Torino comincia nel segno del Gallo. Tuttavia, non è detto che prosegua nello stesso solco. Andrea Belotti è uno dei nomi più caldi di questo calciomercato, specialmente per via dell’interesse ormai noto del Milan nei suoi confronti. I rossoneri, infatti, vedono in lui il terminale offensivo ideale da consegnare a Montella nella corsa alla Champions League che può cominciare già quest’anno dopo un mercato pazzesco. Intanto i granata si sono misurati contro la Casatese Rogoredo, squadra militante in Eccellenza. La squadra di Mihajlovic ha schierato Sirigu, De Silvestri, Rossettini, Bonifazi, Avelar, Baselli, Acquah, Falque, Ljajic, Boyè, Belotti e ha vinto senza patemi 5-0, con cinque marcatori diversi. La prima rete è di Andrea Belotti, a cui seguono i due gol a distanza ravvicinata negli istanti finali del primo tempo: gli autori sono Ljajic e Iago Falque. Nella ripresa, squadra totalmente diversa: Ichazo; Zappacosta, Lyanco, Moretti, Molinaro: Valdifiori, Obi; Aramu, Gustafson, Rossetti; De Luca. Nel secondo tempo hanno segnato Aramu e Zappacosta.

Bologna a valanga

Il Bologna fa un sol boccone della Virtus Acquaviva, squadra del campionato sanmarinese: gli emiliani vincono 17-0, con ben 10 gol nel solo primo tempo. Questi i primi undici scelti da Donadoni: Da Costa; Krafth, De Maio, Maietta, Masina; Taider, Nagy; Okwonkwo, Falco, Krejci (12’ Falletti); Destro. Sono proprio questi ultimi a griffare le prime quattro reti della gara, alternandosi. Quindi la doppietta di Falco, poi le reti di Falletti, Nagy, Taider e Destro per chiudere i primi quarantacinque minuti. L’allenatore cambia la formazione per la seconda frazione: Santurro; Torosidis, Gastaldello, Pulgar, Mbaye; Crisetig (70' Valencia), Donsah; Verdi, Poll, Di Francesco; Petkovic. Quanto alle marcatura, comincia Torosidis, poi le doppiette di Petkovic, Verdi e Di Francesco sanciscono l’impietoso parziale.

Cagliari, quattro reti per tempo

Il Cagliari si è confrontato con il Redival, formazione neo promossa nel campionato di Prima Categoria. Calcio d’inizio poco dopo le 17:30, con i rossoblu che sono scesi così in campo: Rafael; Padoin, Pisacane, Andreolli, Miangue; Barella, Cigarini, Dessena (C); João Pedro; Sau, Borriello. Fin da subito è un monologo rossoblu: sono quattro le reti siglate nel primo tempo. Apre le danze Joao Pedro, che si concede il bis dopo la rete del raddoppio di Barella; il poker lo sigla l’attaccante napoletano. Per la seconda frazione, Rastelli rivoluziona l’undici, come è d’uso in questi test estivi. Scendono in campo nella ripresa Crosta; Faragò, Ceppitelli, Salamon, Krajnc; Ionita, Colombatto, Deiola; Cossu (C); Giannetti, Farias. La musica però non cambia, le punte rossoblu sono scatenate: Farias sigla il 5-0 su calcio di rigore, il sesto lo firma Giannetti. Trovano gloria anche il coreano Han e Deiola, per l’8-0 con cui si conclude l’amichevole.

Punteggio tennistico per il Benevento

Prima uscita soddisfacente anche per il Benevento di Marco Baroni. Al ritiro di Sestola, i campani affrontano il Faro Gaggio, squadra di Eccellenza. Belec, Gyamfi, Camporese, Lucioni, Di Chiara, Eramo, Del Pinto, Viola, Lopez, Ceravolo, Coda sono gli uomini schierati dal tecnico. I protagonisti del primo tempo sono Coda e Ceravolo, con una doppietta a testa. Nel secondo tempo cambiano tutti tranne il portiere: davanti a Belec, scendono in campo Gravillon, Djimsiti, Costa, Letizia in difesa; a centrocampo linea a quattro composta da Venuti, Donnarumma, De Falco e Melara; in attacco agiscono Cissé e Brignola. Alla rete di Cissé, nella ripresa, risponde il gol di Lenzi per il Faro Gaggio, che accorcia le distanze. L’ultima parola è di Brignola, che fissa il punteggio sul 6-1 finale.