Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 marzo 2012

Sci: Innerhofer è Super Gigante, trionfo a Schladming

print-icon
inn

Christof Innerhofer si aggiudica il super-G nelle finali di Schladming

L'azzurro conquista il terzo successo in coppa del mondo aggiudicandosi la prova in 1'21"24 davanti al francese Alexis Pinturault. Terzo Marcel Hirscher. Ottimo quarto posto per l'altro italiano Matteo Marsaglia. Tra le donne vince la Rebensburg

FOTO - Cristian, nasce una stella nel tempio dello sci - Bufera di neve a Kitzbuehel - Kitzbuehel, l'incubo Streif regina delle discese - Julia Mancuso e le sexy maestre di sci

Uomini - L'azzurro Christof Innerhofer - classe 1984, campione del mondo in questa disciplina e terzo successo in coppa del mondo - ha vinto l'ultimo Supe-G della stagione nelle finali di Schladming in 1'21"24 davanti al francese Alexis Pinturault in 1'21"26 ed al sorprendente austriaco Marcel Hirscher in 1'21"30. Coglie un prezioso quarto posto l'altro azzurro Matteo Marsaglia che ha concluso a soli 16 centesimi dal podio. Deludente Peter Fill solo 25.o.

La coppa di Super-G è stata invece vinta dal norvegese Aksel Svindal, la sesta nella sua carriera. Grave è stato l'errore dello svizzero Beate Feuz, leader della classifica generale, che non ha concluso la gara. Hirscher ha così recuperato su di lui ben 60 punti e la corsa per la coppa del mondo è sempre più aperta. Feuz ha ora 1.330 punti e 1.255 ne ha l'austriaco quando mancano alla fine della stagione ancora un gigante ed uno speciale, le gare in cui Hirscher eccelle.

Donne
- L'ultimo supergigante della stagione è stato vinto a sorpresa dalla gigantista tedesca Viktoria Rebensburg in 1'24"54 davanti alla statunitense Julia Mancuso in 1'24"72 ed alla francese Marion Rolland in 1'24"75. La statunitense Lindsey Vonn - oggi solo 6.a dopo un erroraccio a pochi metri dal traguardo, quando era in nettissimo vantaggio - ha comunque vinto la coppa di supergigante. E' la sua 16.a coppa di disciplina in carriera. In questa stagione, oltre alla quarta coppa del mondo, aveva già vinto quella di discesa e di supercombinata. Ha anche portato a quota 1.948 il suo punteggio in classifica generale dove vuole battere non solo il record donne di Janica Kostelic con 1970 punti ma anche quello uomini di 2000 che appartiene ad Hermann Maier. Ha ancora davanti le due gare di gigante e di speciale per riuscirci.

Per l'Italia, fuori per un errore Johanna Schnarf, c'è il 9.o posto della valtellinese Elena Curtoni 9.a in 1'25"50, mentre la bresciana Daniela Merighetti è finita molto indietro, oltre le migliori 15 e dunque fuori punteggio, in 1'26"52. Con un caloroso saluto dal pubblico e dalla compagne, la campionessa svedese Anja Paerson oggi ha gareggiato per l'ultima volta in carriera, come aveva annunciato all'apertura di queste Finali.