Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 giugno 2012

Europei di scherma, Arianna Errigo batte Vezzali ed è bronzo

print-icon
err

L'esultanza di Arianna Errigo e la delusione di Valentina Vezzali: nei quarti di finale la jesina è stata battuta 15-6

Nella rassegna continentale in corso a Legnano, la jesina - portabandiera azzurra a Londra 2012 - esce di scena a sorpresa battuta 15-6 dalla connazionale. Che perde in semifinale e conquista finalmente la prima medaglia per gli azzurri

Valentina Vezzali crolla nei quarti di finale del fioretto femminile agli Europei di scherma in svolgimento a Legnano. La Vezzali ha perso 15-6 contro la connazionale Arianna Errigo giunta ai quarti dopo aver avuto ragione prima della francese Gebet per 15-4 e, agli ottavi, della polacca Synoradzka per 15-7.

La gara è finita con un dominio russo e Arianna sul terzo gradino del podio, dopo aver perso contro la Deriglazova 15-14. Per i nostri è comunque la prima medaglia, in una rassegna che fin qui ha visto gli azzurri deludere.

Valentina Vezzali si era salvata con la solita classe ed esperienza nei quarti, dopo essersi trovata sotto 5-9 con la ungherese Mohamed. Ha agguantato la parità a pochi secondi dalla fine sull'11-11 per poi, con la priorità a favore, mettere la botta decisivo al minuto supplementare.

Eliminata nei quarti anche Elisa Di Francisca, sconfitta dalla Krobeynikova 10-15. "Sono andata subito sotto 2-10 - ha detto - poi ho piazzato un parziale di 8-5, ma non è bastato. Quando sei sotto con una russa così alta e rapida, è dura. Il caldo? Non troviamo scuse, sicuramente non aiuta, ma non ho perso certo per quello. E poi vale per tutti no?".

Non è andata bene nella spada maschile, dove anche il campione del mondo Paolo Pizzo si è fermato nei quarti di finale, sconfitto dal russo Sukhov per 15-11. Non ha superato i sedicesimi Diego Confalonieri, battuto per 15-11 dall'ucraino Karuchenko. Sconfitti ancora prima Matteo Tagliariol, eliminato per mano dello svizzero Heinzer per 15-10 e Francesco Martinelli, superato 15-13 dal norvergese Backer.

Il medagliere parla russo con nove titoli. Seguono Romania, Ucraina e Germania. Ottava l'Italia con la medaglia della Errigo. Scatta l'allarme per Londra e per una disciplina che regala soddisfazioni e allori ai colori azzurri. L'Italia gioca in casa in questi Europei dedicati a un grande di questo sport, Edoardo Mangiarotti, scomparso il 25 maggio scorso all'età di 93 anni.