Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
30 agosto 2013

Canottaggio, un Abbagnale vince in Corea 25 anni dopo Seul

print-icon
abb

Il "due con" che ha trionfato in Corea

Ai Mondiali di Chungju in Corea l'otto azzurro domina in gara e vince. Successo anche per il "due con" con il figlio di Giuseppe Abbagnale. Nel quattro pesi leggeri bene sia le donne che gli uomini: entrambi terzi

L'Italia s'impone nell'otto pesi leggeri (Petru, Catello, Molteni, Maria, Oppo, Serpico, Di Girolamo, D'Aniello) ai Mondiali di canottaggio di Chungju, in Corea. Una gara senza storia per gli avversari poiché l’ammiraglia azzurra pesi leggeri ha dominato la gara senza lasciare spazio di manovra ai concorrenti. Ad ogni intermedio la barca azzurra è stata capace di aumentare il vantaggio e sul finale ha chiuso davanti a Australia e USA con oltre una barca di vantaggio.

Un altro successo per gli Azzurri arriva dal "2 con" formato da Luca Parlato, Vincenzo Abbagnale e Enrico D'Aniello. L'equipaggio italiano vince con un gran finale e conqusta la medaglia d'oro in una specialità tanto cara ai tifosi azzurri per le vittorie che, nel passato, i fratelli Abbagnale hanno saputo regalare insieme a Peppiniello Di Capua. E infatti, Vincenzo Abbagnale è il figlio proprio di Giuseppe e ha vinto l'oro 25 anni dopo il trionfo olimpico dei due fratelli a Seul.

Buoni risultati anche per il quattro di coppia pesi leggeri femminile con l'Italia buona terza ed anche per il quattro di coppia pesi leggeri maschile con gli azzurri che conquistano il gradino più basso del podio.

Torna a vincere anche "Peppiniello"
- E proprio Giuseppe "Peppiniello" Di Capua, lo storico timoniere del canottaggio azzurro il cui nome è legato alle indimenticabili vittorie dei fratelli Abbagnale torna al successo. Di Capua ai Mondiali di canottaggio in corso a Chungju in Corea ha infatti conquistato ieri l'argento al timone dell'equipaggio quattro con del Para-Rowing. E' quindi un argento pesante quello della nazionale, conquistato in Corea dal canottaggio per diversamente abili, nel quattro con Legs Trunk Arms misto (4xLTAMix).

Arriva dopo quattro anni (la prima e unica medaglia mondiale dell'Italia in questa specialità fu vinta nel 2009) grazie all'equipaggio formato da Paola Protopapa - campionessa paralimpica a Pechino 2008 -, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino (CC Aniene), Omar Airolo (Canottieri Gavirate) e 'Peppiniello' Di Capua (CN Stabia) al timone, come quando ricopriva lo stesso incarico nel Due con dei fratelli Abbagnale, uno dei quali, Giuseppe, è ora il presidente federale. Proprio Giuseppe Abbagnale e il ct azzurro Giuseppe La Mura hanno richiamato Di Capua per guidare questa barca sul podio. Un'operazione che, per alcuni poteva sembrare vintage e, invece, si è dimostrata vincente.