Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 agosto 2015

Paltrinieri punta il podio. Orsi 5°. Strepitosa Ledecky

print-icon
gre

Gregorio Paltrinieri vince la sua batteria e si qualifica per la finale con il miglior tempo assoluto (foto getty)

Greg vince la batteria con il miglior tempo in 14.51.04. Nei 50 rana Carraro e Castiglioni eliminate in semifinale. Nei 50sl Orsi è quinto. Anche la staffetta azzurra 4x100sl mista uomini/donne chiude quinta. Ledecky oro negli 800 e record

Penultimo giorno in vasca ai mondiali di Kazan. Eliminatorie di prestigio con Gregorio Paltrinieri in gara nei suoi 1500 stile libero. Il ventenne di Carpi vince la sua batteria e si qualifica per la finale di domenica pomeriggio con il miglior tempo assoluto (14.51.04). Nelle trenta vasche di qualificazione si è trovato nella corsia a fianco del primatista del mondo, campione del mondo e olimpico Sun Yang, che si è messo in scia a Gregorio per poi rallentare visibilmente intorno ai mille metri. Per il cinese terzo tempo complessivo alle spalle dello statunitense Jaeger. Eliminato a sorpresa uno dei favoriti: Mack Horton. Oro e record negli 800 sl donne e quarto titolo per la statunitense Katy Ledecky a Kazan.

Niente podio per l’Italia nell’esperimento della staffetta 4x100sl mista uomini/donne. La  grande attenzione era per la coppia Pellegrini Magnini. Gli azzurri, insieme a Orsi e Ferraioli, chiudono al quinto posto (3’25”26). L’oro va agli Usa (3’23”25) con la rimonta negli ultimi 50 metri di Missy Franklin nei confronti dell’Olanda, seconda. Bronzo per il Canada.

Ledecky da record -  Katy Ledecky ha vinto l'oro negli 800 sl ai Mondiali di Kazan polverizzando il record del mondo che già le apparteneva con il tempo di 8'07"39 (il precedente era di 8'11"). Si tratta del quarto titolo della statunitense in questa rassegna iridata. Mai accaduto una cosa simile. Il suo quarto oro inviduale dopo quelli nei 200, 400 e 1500. A soli 17 anni la Ledecky a Kazan ha scritto la nuova storia dello stile libero.

Altro record - Ai Mondiali di Kazan è andata in scena la finale 50 stile libero più veloce di sempre. Sfuma il sogno di un podio per Marco Orsi che chiude con il quinto tempo (21”86) insieme all’ucraino Govorov che da tre anni si allena a Caserta con la ADN di Andrea di Nino. Vince il fenomenale Florent Manaudou. Il francese, campione olimpico in carica, si prende l’oro nuotando in 21”19. Argento per l’americano Nathan Adrian (21”52), bronzo al brasiliano Bruno Fratus (21”55).

Specialità australiana - La specialità del dorso di conferma proprietà privata dell’Australia. Dopo Larkin, tra gli uomini, anche Emily Seebhom si aggiudica la doppietta 100 e 200 dorso. L’australiana nei 100 (2’08”51) arriva davanti alla campionessa olimpica in carica Missy Franklin, argento. Bronzo all’ungherese Katinka Hosszu.

Il primo oro -
Il sudafricano Chad Le Clos vince il suo primo oro individuale nei  100 delfino davanti a un intramontabile Laszlo Cseh. Con l’argento di oggi l’ungherese completa un suo podio personale nella specialità avendo già qui vinto a Kazan l’ oro nei 200f e il bronzo nei 50f.

Eliminate in semifinale Castiglioni e Carraro - Le due azzurre Arianna Castiglioni e Martina Carraro non riescono a raggiungere la finale nei 50 rana. In semifinale entrambe chiudono con lo stesso crono (31”17), in totale è il tredicesimo tempo.

Niente finale per Simone Sabbioni nei 50 dorso. Il 18enne di Rimini nuota in 25”05, il dodicesimo tempo totale in semifinale. Per lui comunque un bilancio positivo.