Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 agosto 2015

Paltrinieri immenso, oro mondiale e record. Non c'è Yang

print-icon
pal

Gregorio Paltrinieri nelle finale del 1500sl (foto getty)

La prima volta di sempre per un italiano: medaglia d'oro nei 1500sl con 14'39"67 e nuovamente primato continentale. Giallo Sun Yang, il cinese non si è presentato ai blocchi. Paltrinieri: "La sua assenza mi ha destabilizzato. Dicono abbia fatto a botte"

Gregorio Paltrinieri nella finale dei 1500 stile libero conquista la medaglia d'oro. In una gara difficile dove l'avversario non era il cinese Sun Yang, che non si è presentato, ma l'americano Connor Jaeger che ha insidiato l'azzuro fino alla fine. Per Paltrinieri si tratta anche di un altro record continentale, dopo quello negli 800, ha confermato il suo primato nei 1500sl. "La gara non è stata bella, ma sono contentissimo dell'oro mondiale ma potevo fare un tempo molto migliore - dichiara Paltrinieri -. Non essendoci lui (Sun Yang ndr) mi sono detto che dovevo vincere per forza ed ero ancora più agitato. Non so cosa gli sia successo, ma non è stato bello. Scherzando ho detto a Connor (l'americano Jaeger, oggi argento ndr) 'vedrai che non viene' - aggiunge l'azzurro neocampione del mondo - e Sun non è arrivato sul serio. La sua assenza ha destabilizzato tutti. Era il nostro punto di riferimento, lui era quello su cui fare la gara, erano due giorni che avevo programmato la mia su di lui e mi sono ritrovato che dovevo vincere senza di lui. Comunque adesso è bellissimo, e torno a casa con la medaglia d'oro". Argento all'americano Connor Jaeger  (14:41.20) e bronzo al canadese Ryan Cochrane (14:51.08).  
Si è trattato di un mondiale storico per l'Italia: tutte le discipline sono andate a podio. Totale di 14 medaglie (3 ori, 3 argenti e 8 bronzi).





Giallo Sun Yang - Colpo di scena prima del via alla finale dei 1500 stile libero dei Mondiali di nuoto. Il cinese Sun Yang, uno dei favoriti e rivale dell'azzurro Gregorio Paltrinieri, non si è presentato alla camera di chiamata, e quindi sui blocchi di partenza. Paltrinieri: "Dopo la gara qualcuno mi ha detto che Yang aveva fatto a botte".



Nei 50 dorso uomini
il francese Camille Lacourt (France) ha vinto l'oro. Per i 50 dorso femminili il podio più alto va a sorpresa per la svedese Jennie Johansson con 30.05. Inusuale anche l'argento andato alla giamaicana Alia Atkinson. Bronzo alla russa Yuliya Efimova.


Nei 400 misti uomini, oro al giappponese Daiya Seto (Japan). Per i 50 sl l'austtaliana Bronte Campbell in  24.12 conquista il primo posto. L'ungherese Katinka Hosszu vince i 400m in 4:30.39. Gli Stati Uniti conquistano l'oro nella staffetta 4x100 uomini, mentre al 4x100 donne va alle cinesi.

Mattinata di batterie- Tutti eliminati in batteria gli italiani impegnati: sfortunato Federico Turrini, 9° e primo degli eliminati nei 400 misti, a 23 centesimi dall’ultimo posto utile. Non è andata meglio nella 4x100 mista maschile, composta da Simone Sabbioni, Andrea Toniato, Matteo Rivolta e Marco Orsi, che hanno ottenuto un altro 9° posto complessivo che li esclude dalla finale. Altro 9° posto per la 4x100 mista femminile (Elena Gemo, Arianna Castiglioni, Ilaria Bianchi, Erika Ferraioli), a 49 centesimi dall’ultimo posto utile occupato dal Giappone.