Judo, cade il cellulare dal kimono: squalificato. VIDEO

Altri Sport

Clamoroso quanto successo al Baku Grand Slam: Anri Egutidze lotta sul tatami contro Pacek ma, ad un certo punto, gli cade il cellulare dal kimono. Regola infranta e squalifica per il portoghese

L'ESTATE DI SKY SPORT: GLI EVENTI IN PROGRAMMA

Siamo ormai abituati a vedere di tutto, ma ogni tanto accadono episodi difficili da immaginare. E quanto successo al Baku Grand Slam di judo fa parte di questi. Sul tatami è in atto la sfida dei quarti di finale, per la categoria 81 kg maschile, tra il portoghese Anri Egutidze e lo svedese Robin Pacek. L'avvio dell'incontro non riserva sorprese ma, ad un certo punto, accade l'impensabile. Mentre il combattimento è cominciato da una dozzina di secondi, infatti, dal kimono del lusitano cade uno smartphone. Il suo avversario, quasi incredulo, se ne accorge e non può far altro che raccogliere il cellulare da terra e consegnarlo al giudice di gara. La decisione di quest'ultimo è inequivocabile: hansoku-make per Egutidze, ovvero squalifica immediata dall'incontro. Il regolamento, infatti, vieta di portare oggetti esterni sul tatami. Il portoghese si dispera, ma la scelta dell'arbitro è ormai presa. Per la cronaca, lo svedese ha poi vinto il successivo combattimento, prima di perdere la finale del girone A contro il georgiano Tato Grigalashvili.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.