Nuoto, assoluti Riccione: exploit di Sabbioni, Panziera vola nei 200 dorso e batte il record della Pellegrini

Nuoto
Pellegrini_Getty

Quattro record italiani e uno di società: pomeriggio di gare di altissimo livello agli assoluti invernali a Riccione, validi per la qualificazione agli Europei in vasca corta di Copenaghen, in programma dal 13 al 17 dicembre

Il bottino della prima giornata dei tricolori invernali di Riccione è più che positivo per gli italiani che hanno disputato gare di altissimo livello. Matteo Rivolta ha firmato il record italiano nei 200 farfalla con 1'53″06 e non nei preferiti 100. Sul podio anche il ventunenne Filippo Berlincioni da 1’54”31. 

Federica Pellegrini (già qualificata) è scesa a sorpresa in acqua nei 50 sl, gara insolita per lei, ed è arrivata seconda, per 29 centesimi in 24”55, dietro a Erika Ferraioli. Terza la compagna di allenamenti della Divina, Aglaia Pezzato, in 24”68.

Nei 200 dorso è caduto il crono italiano assoluto di Federica Pellegrini di 2’03”75 che resisteva da quattro anni a Viareggio, ora passato nelle mani di Margherita Panziera, che così si è qualificata per gli Europei in 2’03”15 (1’00”83).

Simone Sabbioni, riccionese che si allena a Verona da pochi mesi nel gruppo Pellegrini, nei 100 dorso ha abbattuto il muro dei 50”, portando il record italiano da 50”57 - realizzato a Netanya nel 2015 - a 49”96 (passaggio a 23”98). Nel ranking stagionale europeo Sabbioni si pone alle spalle del solo 17enne russo Kliment Kolesnikov, autore di 49″84: la sfida per la corona continentale è lanciata. Secondo posto di Lorenzo Mora (FF Rosse) che nuota in 50″81 per il pass europeo e il primato personale (precedente 50″94).

Claudio Fossi ha domato un’incerta prima serie dei 200 rana in 2’07”66 e ha battuto Edo Giorgetti da 2’07”73 e Flavio Bizzarri da 2’08”02, sotto il podio in 2’08”23 Luca Pizzini già qualificato per gli Europei. Simona Quadarella, l’altra medagliata mondiale, vince negli 800 sl in 8’19”34 (aveva 8’17”92 a Genova) e batte Martina De Memme 8’21”15 e Diletta Carli 8’22”15.

Nei 100 stile libero, privi del primatista italiano Marco Orsi (46"04) ma con il campione e primatista italiano in lunga Luca Dotto (Carabinieri/Larus Nuoto, 47"96), vince a sorpresa e con grande merito Lorenzo Zazzeri (Esercito), che ottiene il visto per l'europeo di Copenaghen. 

Pronti per le gare di domani!!!! #teamboh #livorno

Un post condiviso da Simone Sabbioni (@simosabbia96) in data:

Nella sera dei record non poteva mancare il colpo di Marco Orsi che ha migliorato se stesso nei 100 misti in 52”12, ovvero 3 centesimi meno del suo precedente primato italiano stabilito a Massarosa nel 2015. Il bolognese vira a metà in 23”73 e tocca davanti al compagno di allenamenti Simone Geni 53”00 e Fabio Scozzoli in 53”06, bene anche Lorenzo Glessi quarto in 53”75.

Il quinto record della sessione e sesto della giornata (dopo quello dei ragazzi delle Fiamme Oro al mattino nella 4×50 stile libero) arriva in chiusura di programma con il successo delle ragazze del Circolo Canottieri Aniene nella staffetta 4×50 mista. Silvia Scalia, Marta Verzi, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini stampano il primato nazionale di società con 1'48″79, migliorando il precedente di 1'49″31 ottenuto dal quartetto dell'Esercito il 4 agosto 2011 al Centro Federale di Ostia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport