Conte: la conferenza stampa che ha svelato il nuovo decreto

Altro

Salta il via libera da lunedì a calcetto e sport di contatto. Il premier Giuseppe Conte: "Dal 25 giugno si può riprendere se la situazione epidemiologica lo consentirà. Riaprono cinema e teatri, confermato stop a discoteche e congressi, ok a centri benessere se compatibili con curva contagi. Via libera al Family act per sostenere le famiglie. Da lunedì 15 giugno potrà essere scaricata l’app Immuni in tutto il territorio nazionale e subito operativa"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

"Ho appena firmato un nuovo decreto, in base al quale dal 12 giugno potranno riprendere gli eventi sportivi". E ancora: gli sport di contatto, l'app Immuni, il "Family Act". Discoteche, cinema e teatri. Così Giuseppe Conte al termine del Consiglio dei ministri ha annunciato le nuove misure contenute nel nuovo decreto. Via allo sport, ma frenata sullo sport di contatto amatoriale. Per tornare a giocare a calcetto (e non solo) gli italiani dovranno ancora aspettare: "Dal 25 giugno possono riprendere gli sport di contatto amatoriali, se le regioni ma anche il ministro dello Sport e della Salute accertino che ricorre la compatibilità dello svolgimento con la situazione epidemiologica" - ha chiarito Conte. "Ripresa sport di contatto? Avevo proposto una norma molto prudente che, pur differenziando per Regioni, avrebbe consentito la ripresa dalla prossima settimana - sono state invece le parole di Vincenzo Spadafora -. Prendo atto che il Consiglio dei ministri ha ritenuto che sia ancora troppo presto". E ancora: "Ho chiesto al presidente Conte e al ministro Gualtieri un incontro nelle prossime ore per trovare risorse economiche specifiche per i lavoratori e i gestori di impianti sportivi che non potranno riprendere le proprie attività anche per tutto il mese di giugno" - ha concluso il ministro dello Sport.

Family Act e app Immuni

Tanti i temi del nuovo decreto: "Abbiamo approvato il Family act, per sostenere la genitorialità, contrastare la denatalità, favorire la crescita dei bambini e giovani e la conciliazione della vita familiare con il lavoro, soprattutto femminile" - ha detto sempre Conte, che poi si è spostato sull'app Immuni: "Siamo orgogliosi, siamo stati tra i primi in Europa, se non addirittura i primi nel mondo occidentale, ad avere raggiunto il traguardo di un’app come questa. Da lunedì potrà essere scaricata in tutto il territorio nazionale e sarà operativa. La potete scaricare con sicurezza, serenità e tranquillità, perché tutela la privacy, ha una disciplina molto rigorosa e non invade gli spazi privati".

No discoteche, sì cinema e teatri

"Restano sospese tutte le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche - ha proseguito Conte -. Così come restano sospese fino al 14 luglio le fiere e i congressi". Al contrario, "riaprono i centri estivi anche per bambini fino ai 3 anni. Stesso discorso per cinema e teatri". In più, "le attività di centri benessere, centri termali e culturali sono consentiti a condizione che regioni e province autonome abbiano accertate le compatibilità con l'andamento della curva epidemiologica". Mentre "le attività di sale giochi e scommesse riprendono se hanno il via libera preventivo delle regioni".

Quarantena

Infine il tema quarantena: "È aumentato a 120 ore, cinque giorni, il periodo massimo di permanenza senza obbligo di quarantena domiciliare per chi fa ingresso sul territorio nazionale per comprovate ragioni di lavoro" come "per chi va all'estero per comprovate ragioni lavorative".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche