Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
09 dicembre 2018

Sancho, gol allo Schalke e lacrime: "Lo dedico a mia nonna. Sarebbe stata molto orgogliosa di me"

print-icon

L’attaccante inglese, braccia alte verso il cielo e occhi chiusi nell’esultanza, ha dedicato il suo quinto gol in campionato alla nonna scomparsa: “E’ tutto per lei, sarebbe stata molto orgogliosa di me”. Con questa rete è diventato il più giovane di sempre a segnare nella storia dei derby contro lo Schalke

LO DICONO I NUMERI: SANCHO MIGLIOR 2000 D’EUROPA

SANCHO GOL, IL BORUSSIA GODE
 

In Bundesliga c’è una squadra che non si vuole fermare. No, non è il Bayern Monaco, che anzi dista nove punti. Si tratta del Borussia Dortmund, primo a quota 36 dopo 14 giornate. Undici vittorie e tre pareggi fin qui. Zero sconfitte e un attacco meraviglioso da 39 reti. E con il successo nel derby con lo Schalke 04 è arrivata la quinta vittoria di fila, la nona nelle ultime dieci sfide giocate. Tutto è cominciato dal 7-0 rifilato al Norimberga lo scorso 26 settembre e il cammino dei gialloneri non si è più interrotto. Protagonista ne è anche Jadon Sancho, attaccante inglese classe 2000 che si è presto confermato come la più grande rivelazione della Bundesliga e non solo. Cinque assist nelle prime sei giornate, dove è sempre subentrato dalla panchina. Dalla settima in poi Favre non lo ha più levato. Ad oggi sono undici le presenze collezionate dal 1’. E agli assist si sono aggiunti anche i gol, come quello – il suo quinto in Germania – che ha segnato proprio allo Schalke nell’ultimo turno di campionato.

La dedica speciale

Decisivo, inoltre. Perché gli avversari avevano pareggiato i conti con il gol dal dischetto di Caligiuri. Poi ci ha pensato lui a risolvere le cose ad un quarto d’ora dalla fine, zittendo con un preciso colpo di destro gli oltre 60mila della Veltins Arena. Esultanza con il solito sorriso, finita però con le braccia alzate verso il cielo e gli occhi chiusi in segno di preghiera. Un classe 2000 che sta stupendo il mondo. Una star del pallone con gli occhi ancora ingenui del bambino. Un ragazzo che sta bruciando le tappe, ma che rimane autentico e genuino. Come i suoi sentimenti. Lo dimostrano le sue dichiarazioni nel post gara: “Il gol è tutto per la mia famiglia – ha spiegato - purtroppo mia nonna è morta, quindi dedico la rete a lei. Sarebbe stata molto orgogliosa di me. Sono felice che il mio gol abbia aiutato la squadra a ottenere i tre punti". Mai nessuno con la maglia del BVB ha raggiunto questo bottino alla sua età: 18 anni, 8 mesi e 13 giorni. Tanta la pressione addosso, non abbastanza però per fargli dimenticare i propri affetti. Sancho è diventato il goleador più giovani nella storia dei derby contro lo Schalke, superando Lars Ricken, che aveva 19 anni e 110 giorni quando segnò contro i rivali nell’ottobre del 1995. Non fermarsi a correre e continuare a stupire tutti il suo obiettivo.
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi