Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
17 gennaio 2019

Real Madrid, le sconfitte stagionali sono già 10: Merengues mai così male dal 1999. Casemiro: "Non stiamo bene"

print-icon

Il ko in Coppa del Re contro il Leganes è il decimo della stagione per Modric e compagni: non succedeva dai tempi di Hiddink e Toshack in panchina. L'anno scorso sotto la guida di Zinedine Zidane le sconfitte erano state 9 in tutta l'annata

REAL MADRID, VAN DER VAART DIFENDE ISCO: "SE NON GIOCA, VADO A CASA"

REAL MADRID, CARVAJAL DIMOSTRA GRAZIE A UN AMICO ARCHITETTO CHE IL GOL DEL BETIS ERA IN FUORIGIOCO

La sconfitta di misura nel ritorno degli ottavi di finale di Coppa del Re sul campo del Leganes è risultata ininfluente ai fini della qualificazione al turno successivo, complice il 3-0 dell'andata al Bernabeu, ma in casa Real Madrid il gol della sconfitta incassato dopo 30 minuti di gioco per mano di Martin Braithwaite ha determinato il ko numero 10 nell'annata 2018/2019 tra Liga e coppe. Un dato alquanto insolito dalle parti del Santiago Bernabeu, soprattutto se rilevato quando la stagione è ancora al giro di boa.

Real Madrid, 10 sconfitte stagionali a metà gennaio: non succedeva dai tempi di Hiddink e Toshack

Con il ko rimediato sul campo del Leganes, il Real Madrid - oggi quarto in Liga e in corsa in Champions League, dove Bale e compagni sono agli ottavi di finale - ha quindi toccato la doppia cifra alla voce "sconfitte". Prima del ritorno degli ottavi di finale di Coppa del Re, i Blancos avevano perso da agosto la Supercoppa Europea contro l'Atletico Madrid, le partite di campionato contro Siviglia, Alaves, Levante, Barcellona, Eibar e Real Sociedad, infine le due sfide di Champions contro il CSKA Mosca. Un totale di 10 ko, in mesi passati prima per gli addii con Cristiano Ronaldo e Zinedine Zidane, poi per la separazione di fine ottobre con Julen Lopetegui e infine per l'arrivo di Santiago Solari in panchina. Per trovare una statistica tanto nefasta, occorre tornare agli anni '90. Stagione 1998/99: anche allora c’era stato un cambio in panchina, tra Guus Hiddink e John Toshack, e anche 20 anni fa a gennaio il Real aveva già incassato 10 sconfitte. Le distanze con il recente passato sono abissali: nella scorsa stagione, sotto la guida di Zidane, le Merengues avevano perso 9 partite in tutta l'annata. E avevano chiuso sollevando al cielo la quarta Champions League nell'arco di cinque anni.

Casemiro suona la sveglia: "Non stiamo bene, dobbiamo migliorare tanto"

Urgenza di ritrovarsi. Nel gioco e negli interpreti. In casa Real Madrid il campanello d'allarme continua a suonare da diverse settimane. Febbraio e gli ottavi di Champions - dove Modric e soci affronteranno l'Ajax, non prima di aver incrociato nella Liga Siviglia, Espanyol, Alaves e Atletico Madrid - si avvicinano. Non si è nascosto il centrocampista Casemiro: “Non stiamo bene - ha spiegato il brasiliano a BeIN Sports - siamo sinceri e sappiamo che dobbiamo migliorare perché questo club e la sua storia lo richiedono. Noi dobbiamo sempre giocare per vincere. Stiamo lavorando molto, ma non stiamo bene. Siamo andati avanti in Coppa del Re, nella Liga però siamo molto lontani dalla vetta (-10 dal Barcellona, ndr)”. Un'analisi condivisa anche dal difensore Nacho: "Sin qui è una stagione atipica - le sue parole - ma siamo ancora in corsa in tutte le competizioni. Ci serve maggiore autostima". Ritrovare la fiducia in se stessi: questa la ricetta per cercare la svolta stagionale in casa Real Madrid.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi