20 ottobre 2017

Premier tra record e tabù. Tottenham-Liverpool il big-match

print-icon

Il Chelsea tenta di risollevarsi contro il Watford, che a Stamford Bridge non vince dal 1986. Mourinho, invece, insegue il record di clean-sheet. Domenica Rooney sfida l'Arsenal, poi lo spettacolare Tottenham-Liverpool: gli Spurs non battono i Reds da ben 9 incontri  

Si riparte con la solita sfida a distanza tra Guardiola e Mourinho. Il primo, dopo aver battuto ed elogiato Sarri, si rituffa nella Premier con una partita sicuramente più semplice per i suoi palleggiatori, impegnati in casa contro il Burnley. Chissà però che le tante energie (anche mentali) spese contro il Napoli non finiscano per favorire lo United, che va sul campo dell’Huddersfield dopo aver vinto con il Benfica. Due i punti di distanza in classifica tra City e United, il Tottenham insegue e non dispera, ma intanto è impegnato nel big-match della giornata, contro il Liverpool. Più difficile rientrare nel gruppetto di testa per il Chelsea, ma mai dire mai con Conte in panchina.

WEST HAM-BRIGHTON (venerdì ore 21, diretta su Sky Sport 3 HD)

La giornata di Premier inizia di venerdì, e la cosa dovrebbe far piacere al West Ham che nelle due precedenti partite casalinghe di campionato disputate di venerdì ha ottenuto due vittorie, sempre per 1-0: contro il Coventry nel 1997 e contro il Tottenham nella passata stagione. Le trasferte, invece, non fanno piacere al Brighton, indipendentemente dal giorno: un pareggio e 3 sconfitte nelle 4 precedenti. Se ci aggiungiamo che gli Hammers, in casa, hanno collezionato 5 clean sheet nelle ultime 7 gare, per il Brighton non si mette benissimo. Squadre appaiate a 8 punti in classifica: bisogna vincere per non iniziare a guardarsi alle spalle con preoccupazione.

CHELSEA-WATFORD (sabato ore 13.30, diretta su Sky Sport 3 HD)

Stamford Bridge ospita un Watford che lì non vince dal 1986. Per il Chelsea, però, non è proprio un ottimo momento: il pari in Champions contro la Roma acciuffato dopo essersi fatto rimontare 2 gol, le due sconfitte di fila in Premier (differenti, perché una contro il fortissimo City di Guardiola capolista e una contro il Crystal Palace, ultimo, ma che bruciano entrambe), le 3 partite perse nelle prime 8 giornate: nessun club, dopo un avvio così, è mai riuscito a vincere il titolo a fine stagione. Watford meglio in trasferta che in casa (10 punti a 5), in questa stagione. L’occasione buona per rompere quella “maledizione” che dura dal lontano 1986?

HUDDERSFIELD-MANCHESTER UNITED (sabato ore 16, diretta su Sky Sport 3 HD)

È certamente la difesa il punto di forza del Manchester United di Mourinho, che potrebbe diventare il primo club a collezionare 8 clean sheet nei primi 9 incontri della stagione. L’Huddersfield potrebbe renderlo possibile dato che nelle ultime 6 gare di Premier ha segnato appena un gol, nessuno nelle ultime 3. Contro le neopromosse, lo Special One ha perso 2 partite su 39 in Premier; non è così fortunato invece Lukaku, che quando ha affrontato una neopromossa non è riuscito a segnare in 17 occasioni su 24.

Alle 16 si giocano anche Manchester City-Burnley, Newcastle-Crystal Palace, Stoke City-Bournemouth, Swansea-Leicester.

SOUTHAMPTON-WEST BROM (sabato ore 18.30, diretta su Sky Sport 3 HD)

La sfida giusta per risollevarsi, tra due club che stazionano a metà classifica (West Brom 10 punti, Southampton 9), con identica differenza reti (7 gol fatti, 9 subiti) e che non vincono da troppo tempo. Quattro pareggi e due sconfitte, lo score del West Brom nelle ultime 6 giornate; i Saints, invece, nelle ultime 6 hanno battuto solo il Crystal Palace e vengono da due sconfitte e un pareggio, il 2-2 contro il Newcastle con grande protagonista Manolo Gabbiadini. Nell’occasione, l’attaccante italiano ha segnato due gol con due tiri; per segnare i precedenti due gol gli erano servite 16 presenze e 27 tentativi.

EVERTON-ARSENAL (domenica ore 14.30, diretta su Sky Sport 3 HD)

L’Everton è la “vittima” preferita dell’Arsenal, in Premier League: 94 vittorie per i Gunners, contro nessun altro club ha vinto tante volte. A Goodison Park, però, di recente la musica è cambiata, con due successi dei Toffees nelle ultime 4 partite. Adesso, poi, è tornato a casa anche Wayne Rooney, che proprio contro l’Arsenal ha segnato il suo primo gol in Premier (nell’ottobre 2002) e che è il giocatore che ha segnato più gol di tutti ai Gunners: 11.

TOTTENHAM-LIVERPOOL (domenica ore 17, diretta su Sky Sport 3 HD)

Inizia a diventare una sorta di maledizione, per il Tottenham. Negli anni tra il 2010 e il 2012, quattro vittorie e un pareggio contro i Reds. Poi, una pioggia di sconfitte: gli Spurs non battono il Liverpool da 9 partite di fila (6 sconfitte e 3 pareggi), ma adesso la vittoria diventa fondamentale per restare in scia alle due di Manchester. Il Liverpool di Klopp, d’altra parte, non può accontentarsi dei suoi 13 punti e viene dal 7-0 in Champions al Maribor, con cui Coutinho, Firmino e Salah si sono riscaldati. Più impegnativa la trasferta di coppa del Tottenham, reduce dall’1-1 al Santiago Bernabeu: come al solito, l’uomo in grado di fare la differenza per la squadra di Pochettino è Harry Kane, che però in casa non ha mai segnato al Liverpool. L’unica squadra che ha affrontato più volte in casa senza riuscire ad andare in gol è il Crystal Palace.

I PIU' VISTI DI OGGI