23 ottobre 2017

Esonerato Ronald Koeman, l'Everton prova a invertire la rotta

print-icon
koe

Fatale per l'allenatore olandese la sconfitta di sabato (2-5) contro l'Arsenal. Avvio di stagione disastroso per i Toffees, che con soltanto 8 punti in classifica in Premier League sono in piena zona retrocessione: ufficiale l'esonero

Ronald Koeman non è più il manager dell'Everton. L'allenatore olandese infatti è stato appena sollevato dall'incarico: Koeman paga un avvio di stagione disastroso in Premier League: i Toffees infatti hanno totalizzato soltanto 8 punti in 9 giornate e sono in piena zona retrocessione. Anche in Europa League le cose non vanno tanto meglio: due sconfitte (con Atalanta e Lione) e solo un pareggio contro i ciprioti del Limassol. La goccia che ha fatto traboccare il vaso e saltare la panchina è stata l'ultima sconfitta casalinga, arrivata sabato contro l'Arsenal: un sonoro 2-5 che ha convinto la proprietà ad esonerare Koeman.

Il comunicato

L'esonero è ufficiale, comunicato dalla società inglese sul proprio sito e attraverso i canali social del club: "Everton Football Club conferma che Ronald Koeman lascia la squadra. Il presidente Bil Kenwright, la dirigenza e il proprietario di maggioranza Farhad Moshiri esprimono tutta la loro gratitudine a Ronald per il lavoro svolto nel club in questi sedici mesi e per aver guidato la squadra al settimo posto nella scorsa stagione di Premier League".

La carriera

Ronald Koeman comincia la sua carriera in panchina come vice della nazionale olandese nel 1997, prima di Guus Hiddink e poi di Frank Rijkaard. La sua formazione prosegue nel Barcellona, dove fa parte della "talentuosa" nidiata di assistenti di van Gaal insieme a Mourinho e Villas-Boas. La prima esperienza come primo allenatore risale al 2000: Koeman porta fino al 6° posto in Eredivisie il Vitesse. E' il preludio ai primi successi, che arrivano sulla panchina dell'Ajax: nel 2002 e nel 2004 Koeman vince il titolo con i lancieri, diventando il secondo olandese della storia dopo Rinus Michels a vincere il campionato olandese sia da giocatore che da allenatore. Fuori dall'Olanda le soddisfazioni non sono moltissime: con il Benfica arriva solo la Supercoppa del Portogallo nel 2006 e col Valencia arriva l'esonero nel 2008. In mezzo, un altro campionato vinto in patria con il PSV Eindhoven: l'ultimo, però. Non riesce a ripetersi infatti né con l'AZ Alkmaar né con il Feyenoord, sebbene a Rotterdam arrivi più volte ad un passo dalla vittoria. La tendenza all'estero migliora in Premier League: nel 2015 si piazza settimo con il Southampton, per il club è record. Poi l'avventura con l'Everton: un altro exploit nel 2017, ma l'avvio della nuova stagione è troppo brutto per essere vero: con i Toffees finisce qui.

I PIU' VISTI DI OGGI