user
12 settembre 2018

Favola Leicester 2016, il racconto della festa a casa Vardy

print-icon

Christian Fuchs, tra i protagonisti di quella memorabile stagione, ha raccontato come la squadra, riunita davanti alla tv a casa di Vardy, seguì la partita tra Chelsea e Tottenham che assegnò il titolo 2015-2016 alle Foxes

Il video di quella festa a casa Vardy diventò virale in poche ore. Leicester incredibilmente campione d’Inghilterra davanti alla tv, era la stagione 2015-2016 ma solo a pensarci vengono ancora i brividi. Le Foxes, quasi al termine di un campionato pazzesco in vetta alla classifica, avrebbero vinto aritmeticamente il titolo se il Chelsea fosse riuscito a fermare il Tottenham, e così la squadra intera (a parte Ranieri, che restò a casa sua, in poltrona, accanto alla moglie) si riunì per assistere al match nella speranza di festeggiare al fischio finale. Il 2-2 firmato Hazard fece esplodere la festa e le immagini provenienti da casa Vardy ci regalarono attimi di gioia contagiosa. Ma una volta spente le “telecamere” cosa è successo? A svelarlo, a distanza di tanto tempo, è stato Christian Fuchs, tra i protagonisti di quel trionfo, che ha raccontato a Sportsmail quell’incredibile stagione entrata nella storia del calcio.

“Dopo la partita abbiamo fatto un barbecue” dice Fuchs ridendo. Poi continua a ricordare: “Quando Hazard segnò il gol del 2-2 avrei voluto baciarlo. Eravamo tutti uniti, raccolti davanti alla tv, sperando di poter festeggiare. Posso dire che quelli sono stati i 90 minuti più duri che abbia mai giocato. Ero nervosissimo, ci speravo, ma con il Tottenham in vantaggio per 2-0 era da pazzi pensarci”.

Grandi complimenti anche per il condottiero Claudio Ranieri che ebbe il merito di tenere sempre la squadra con i piedi ben piantati per terra, anche nei momenti in cui si rischiava di volare troppo in alto con la fantasia, come  quando Vardy segnava a ripetizione stabilendo il record di partite consecutive con gol, o come dopo la vittoria sul Chelsea che costò la panchina a Mourinho, per non parlare di quella contro il Manchester City (3-1) all'Etihad. Per molti, quella fu la gara che in pratica assegnò il titolo di Leicester, il momento chiave della stagione: non per Fuchs, però. “Ovviamente eravamo felici”, ammette. “Ma la stagione era ancora lunga e noi siamo stati bravi a mantenere basse le nostre aspettative”. Lui non ha fatto festa finché la matematica non gli ha garantito che non fosse un sogno. Poi, però, ha recuperato il tempo "perso" con una folle notte di festeggiamenti tra amici.

Premier League, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi