Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
12 febbraio 2019

Morto Gordon Banks: fermò Pelé con la parata del secolo

print-icon

Lo storico portiere inglese, campione del mondo con la sua Nazionale nel 1966, è scomparso all’età di 81 anni. Nei Mondiali del 1970 si rese protagonista di una straordinaria parata su Pelé, per molti la più bella della storia del calcio

Il calcio mondiale è in lutto: è morto Gordon Banks. Lo storico portiere inglese, campione del mondo con la sua Nazionale nel 1966, è scomparso all’età di 81 anni. Numero unico iconico dell’Inghilterra, nella sua carriera Banks ha vestito le maglie di Chesterfield, Leicester e Stoke City, prima di ritirarsi nel 1972. Oltre ad aver vinto il Mondiale del ’66 disputato in casa, l’unico conquistato dall’Inghilterra, e ad essere stato giudicato dall’IFFHS il miglior portiere inglese di tutti i tempi, Banks deve la sua fama a uno straordinario intervento effettuato su un colpo di testa di Pelé nei Mondiali di Messico 1970: per molti quella parata rappresenta la più bella della storia del calcio.

La parata del secolo

Una parata passata alla storia quella di Banks, che nei quarti di finale di Messico 1970 fermò Pelé in maniera incredibile. Da un lato gli inglesi campioni del mondo in carica, forti anche dell’apporto di giocatori del calibro di Jackie e Bobby Charlton, oltre che di Bobby Moore. Dall’altro i brasiliani, grandi favoriti per la vittoria finale del torneo e spinti da Jairzinho, Carlos Alberto e Rivelino, oltre che ovviamente da Pelé. Nella gara disputata nel caldo torrido di un mezzogiorno messicano di giugno (1-0 per il Brasile il risultato finale, ndr), la parata storica arrivò nel primo tempo. Era passato appena un quarto d’ora, infatti, quando Banks infranse le leggi della fisica per intercettare un colpo di testa di Pelé, che colpì con violenza a pochi metri di distanza dalla linea di porta il pallone che arrivava dalla destra da Jairzinho. Gol quasi certo, ma non per Banks, che nonostante fosse piazzato sul palo più lontano riuscì a volare dall’altra parte della porta e a colpire il pallone mandandolo verso l’alto, sopra la traversa. Una parata impossibile, che lasciò di stucco gli oltre settantamila tifosi presenti allo stadio e lo stesso Pelé, il quale non poté far altro che complimentarsi con l’avversario abbracciandolo e stringendogli la mano. Per molti quell’intervento è rimasto il più bello della storia del calcio. La parata del secolo.

Il messaggio di Pelé: "Ancora oggi non credo a quella parata"

Tra i tanti messaggi di cordoglio per la morte di Banks, anche quello dello stesso Pelé. O'Rey ha voluto omaggiare il portiere inglese, suo grande amico, con un intenso messaggio postato su Facebook: "Per molte persone, il ricordo di Gordon Banks è dato da quel salvataggio che ha fatto contro di me nel 1970. E capisco il perché. Quella parata è stata uno delle migliori che abbia mai visto. Quando sei un calciatore, sai subito come hai colpito la palla. Io, in quella parita, l'avevo fatto esattamente come speravo. Esattamente dove volevo che andasse la palla. Ero pronto per festeggiare. Ma poi quest'uomo, Banks, è apparso ai miei occhi, come una specie di fantasma blu. È venuto dal nulla e ha fatto qualcosa che non ritenevo possibile. È riuscito a deviare in qualche modo quel mio colpo di testa. Non potevo credere a quello che avevo visto. Anche adesso, quando lo riguardo la scena, non posso crederci. Non posso credere a come sia riuscito a buttarsi così lontano, così in fretta". E ancora: "Ho segnato tanti gol nella mia vita, ma molte persone, quando mi incontrano, mi chiedono sempre di quella parata. Se è vero che è stata fenomenale, il mio ricordo di Gordon non è definito solo da quella, ma dalla sua amicizia. Era un uomo gentile e caloroso, che ha dato tanto alla gente. Quindi sono contento che abbia salvato il mio colpo di testa, perché quel momento è stato l'inizio di un'amicizia tra di noi di cui farò sempre tesoro. Ogni volta che ci incontravamo, era sempre come se non ci fossimo mai stati separati. Oggi ho una grande tristezza nel cuore e invio le condoglianze alla sua famiglia, di cui era così orgoglioso. Riposa in pace amico mio. Sì, eri un portiere magico. Ma tu eri anche molto di più. Eri una grande persona".  

L'omaggio di Buffon

Gianluigi Buffon, attraverso il profilo Instagram, ha reso omaggio a Gordon Banks: "Io e molti altri abbiamo costruito i nostri sogni sulla tua parata perfetta! Grazie ancora di cuore, caro Gordon".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi