Belenenses-Benfica, focolaio Covid: match sospeso, erano rimasti in campo in 6

portogallo
belenenses

A causa della positività al Covid di gran parte della rosa, il Belenenses è sceso in campo contro il Benfica potendo schierare soltanto 9 giocatori, di cui due portieri (uno adattato a giocatore di movimento). Le Aquile non si sono fatte impietosire e nel primo tempo hanno messo a segno sette reti. Nella ripresa match interrotto per altre defezioni

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN DIRETTA

Con quattordici assenti a causa del Covid, il club portoghese del Belenenses ieri è stato costretto a schierare una squadra composta da soli nove giocatori per affrontare in campionato il Benfica, una partita già definita della "vergogna", interrotta poco dopo l'intervallo. "E' stato un peccato giocare qui stasera", ha detto in conferenza stampa Rui Pedro Soares, presidente del Belenenses, dopo aver reso omaggio alla dignita' dei suoi "che sono stati costretti a giocare". Allo stadio Nacional di Lisbona, la squadra del distretto di Belem si è trovata in una situazione grottesca. Oltre ai tanti giocatori positivi, mancavano l'allenatore e diversi membri dello staff tecnico. Assenze che hanno costretto il Belenenses a schiarare diversi giovani della primavera, oltre ad un portiere come improvvisato esterno. Risultato, un gol incassato al primo minuto e 7-0 per il Benfica alla fine del primo tempo. Dopo l'intervallo sono tornati in campo solo sette giocatori del Belenenses ed uno si è subito infortunato. A questo punto l'arbitro è stato costretto a dichiarare la fine anticipata della partita al 48' in quanto la regola stabilisce che la partita non può continuare "se una delle due squadre schiera meno di sette giocatori". "E' una pagina nera per il calcio portoghese" ha detto Rui Costa, presidente del Benfica, aggiungendo che il suo club, "proprio come i Belenenses, è stato costretto a giocare" dalla Lega. 

Partita farsesca con le Aquile che sono passate in vantaggio con un autogol già al primo minuto per poi dilagare contro le tante diverse e i ragazzini della squadra giovanile del Belenenses. Solo sette giocatori del Belenenses sono tornati in campo dopo l'intervallo e uno di loro è rimasto a terra nella ripresa. Preso atto del suo infortunio, l'arbitro è stato costretto a dichiarare la fine anticipata della partita al 48mo data la regola che ogni squadra deve schierare almeno sette giocatori. Tante le critiche alla decisione di far disputare la partita nonostante le tante assenze: "Ma che cos'è? Sono il solo che non capisce perché la partita non sia stata rinviata?", si è chiesto il centrocampista portoghese del Manchester City Bernardo Silva.

Emblematico il tweet del club portoghese con "l'XI iniziale", che per l'occasione presenta soltanto 9 nomi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche