Porto-Milan, Pioli: "Sconfitta meritata, ora dobbiamo reagire"

milan

Precisa analisi dell'allenatore del Milan sulla sconfitta di Oporto: "Siamo stati poco lucidi nel gestire la palla. Il primo tempo è stato equilibrato, nella ripresa loro avevano una marcia in più. Qualificazione ancora possibile? A parole tutto è possibile ma ora dobbiamo pensare al campionato"

C'è grande delusione nelle parole di Stefano Pioli che ammette la superiorità del Porto e qualche mancanza da parte del Milan: "Ci è mancata un po’ di lucidità e la gestione della palla, c’erano le possibilità per farlo, si potevano perdere meno palloni, non siamo stati precisi e a questi livelli si paga - dice - Assenti? Non contano, la squadra era competitiva, potevamo avere qualcosina in più nei cambi ma non ci siamo espressi al meglio, loro sono stati migliori e gli va dato merito. La cosa brutta per noi è stata una cattiva gestione della palla, abbiamo dato il pallino a loro, erano veloci e stavano bene sul campo".

"Non abbiamo giocato da Milan"

vedi anche

Porto-Milan 1-0, gol e highlights

Per l'allenatore rossonero non è questione di mentalità o di approccio sbagliato alla gara: "C’è sempre una questione di mentalità, ma l’avevamo preparata bene, nel campo non ci sono riuscite le giocate solite, nel primo tempo è stata equilibrata, nella ripresa loro avevano una marcia in più - spiega - Alla squadra ho già parlato, non abbiamo giocato da Milan e abbiamo perso meritatamente, ora dobbiamo reagire. E’ inutile adesso parlare, a parole è possibile qualificarsi ma non ne abbiamo vinta una quindi concentriamoci sul campionato e poi quando tornerà la Champions ci penseremo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche