Abraham: "Amo la Roma, è il momento di mostrare la mia leadership"

Conference League

L'attaccante inglese alla vigilia del match contro i norvegesi in Conference League: "Avremo l'occasione per dimostrare la nostra delusione, mi aspetto una buona partita. Io mi sento meglio, sto migliorando ogni giorno". E su Conte al Tottenham: "Conosco le sue capacità, farà crescere gli Spurs"

Cosa ti aspetti da questo match e quanto è stato brutto perdere 6-1?

"Mi aspetto una buona partita. Loro sono una buona squadra e ce l'hanno dimostrato. Siamo molto delusi per il risultato dell'andata, ma abbiamo l'occasione giusta per dimostrare la nostra delusione e rimettere le cose a posto".

 

Mourinho in conferenza stampa ha detto che si fida di te. Come stai fisicamente? Ti manca il gol?

"Mi sento meglio, sto migliorando ogni giorno. L'infortunio che ho avuto in nazionale è fastidioso, di quelli che si trascinano a lungo. La mia speranza è di tornare al 100% il prima possibile, fare gol e fornire assist".

 

Cosa pensi dell'arrivo di Conte al Tottenham? Ti piacerebbe una finale di Conference League tra Roma e Tottenham?

"Ho avuto il piacere di essere allenato da Conte, conosco le sue capacità. Sono sicuro che farà crescere molto il Tottenham, ma anche noi dal canto nostro abbiamo un grande allenatore dal quale stiamo imparando tanto, ogni giorno. Se le squadre faranno bene sarebbe bello ritrovarsi in finale, ma dobbiamo concentrarci sulla partita contro il Bodo e cercare di superare la fase a gironi".

Abraham in conferenza: "Gli arbitri hanno tanta pressione, sbagliare è umano"

leggi anche

Mourinho: "Non giocheranno gli stessi dell'andata"

Nella conferenza stampa alla vigilia del match di Conference League, Abraham si è soffermato sul rapporto con José Mourinho: "Ho avuto la fortuna di giocare contro Mourinho in Inghilterra e ora di allenarmi con lui - ammette - È un contesto di sfida, imparo ogni giorno. Tutta la squadra si sta conoscendo e una volta acquisite le richieste dell'allenatore, saremo una squadra vera. Dobbiamo tenere duro, poi Roma non è stata costruita in un giorno come sapete meglio di me. Mi sono innamorato della Roma dal primo giorno e penso si veda, il mio modo per dimostrare la passione per questo club è tutto questo, devo ripagare con le mie prestazioni la fiducia dei tifosi. Nel calcio capita di avere alti e bassi. Un calciatore del mio calibro deve dimostrare adesso la propria leadership e aiutare la squadraVogliamo rispondere sul campo e dimostrare che teniamo molto alla Roma". L'attaccante inglese, infine, è tornato a parlare del match contro il Milan e del rigore fischiato ai rossoneri dall'arbitro Maresca: "Sugli arbitri dico che hanno tanta pressione e commettere errori è umano - conclude Abraham - poi non vorrei mai che decisioni sbagliate venissero prese contro di noi, però capita".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche