Milan-Torino, Pioli: "Il Milan ha gran forza mentale. Io più sicuro? Perché sono felice"

Coppa Italia

L'allenatore del Milan si gode il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia e analizza il successo sul Torino: "E' una qualificazione voluta, un segnale della solidità mentale della squadra. Finora è una bella stagione e alla fine in mano devere restarci qualcosa". Su Ibra: "Ha messo minuti utili per la prossima gara"

Altra prova di grande solidità, soprattutto mentale, da parte del Milan che riesce ad avere la meglio, con merito, del Torino soltanto dopo i calci di rigore. Stefano Pioli si gode il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia e analizza il successo: "Ho la fortuna di avere una squadra che sa lottare, sa giocare, sa stringere i denti in un match difficile anche per le qualità dei nostri avversari - spiega - Per le tante occasioni avute potevamo evitare anche di arrivare ai rigori, ma siamo andati oltre la fatica fisica e mentale e questa è una qualificazione voluta".

"Zlatan? Minuti utili per la prossima di campionato"

Sulla prestazione di Zlatan Ibrahimovic, uscito dopo 45': "Volevamo dargli un minutaggio più ampio rispetto allla precedente gara di campionato, abbiamo preferito farlo giocare dall’inizio per le sue caratteristiche - prosegue - Questo minutaggio servirà per migliorare la condizione in vista della prossima gara di campionato".

"Questa gara segnale della nostra forza mentale"

approfondimento

Il Milan è ai quarti: Torino ko 5-4 dopo i rigori

Pioli sembra aver raggiunto un certo grado di consapevolezza sulle qualità della sua squadra: "Se sono tranquillo è perché sto bene al Milan, perché il club mi ha messo nelle migliori condizioni ed evidentemente sono orgoglioso di allenare questo gruppo di ragazzi, una squadra forte - dice ancora - Credo che questa gara sia un segnale della forza mentale della squadra, della capacità di saper interpretare la partita, di sapersi prendere qualche rischio e di essere solidi.

"Alla fine deve rimanerci in mano qualcosa da questa stagione"

Un pensiero, l'allenatore del Milan, lo rivolge ai tifosi rossoneri: "Ci manca tantissimo il nostro pubblico, forse poteva essere un vantaggio all’inizio non averlo perché ha tolto pressione a una squadra giovane ma ora sarebbe ancora più bello con i nostri tifosi, oggi ci sosterrebbero con grande entusiasmo e potrebbero farci fare la differenza ancora di più - conclude - Io devo fare i complimenti ai ragazzi che trovano sempre dentro di sé grandi stimoli, alleno una squadra ambiziosa e volenterosa. Fino a oggi è una bella stagione e non deve non rimanerci niente in mano alla fine. I rigori? Nessun allenamento specifico, ma credo che dentro questo ci sia l’aspetto mentale oltre alle qualità dei calciatori. Inter-Juve? Speriamo di fare bene noi a Cagliari"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche