Lazio, Inzaghi: "Rispetto per il Salisburgo, ma nessun timore. Non ci sono favoriti, vogliamo la semifinale"

Europa League

I biancocelesti sono pronti a scendere in campo contro gli austriaci per la gara di andata dei quarti di finale di Europa League. Match in programma all’Olimpico giovedì 5 aprile alle 21:05: le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa

LAZIO-SALISBURGO, LE PROBABILI FORMAZIONI

Ottenere già nella gara di andata un risultato importante per proseguire nella campagna europea e continuare ad inseguire la finale di Lione. Tutto pronto in casa Lazio, i biancocelesti si preparano ad affrontare il Salisburgo nei quarti di finale di Europa League. Match da affrontare con il giusto atteggiamento quello in programma giovedì 5 aprile alle 21:05 allo stadio Olimpico, contro un avversario agguerrito ed in un ottimo momento di forma. Lo sa bene Simone Inzaghi, che ha presentato la partita contro gli austriaci in conferenza stampa. "Siamo nei quarti di finale, il campionato lo stiamo affrontando nel migliore dei modi ma l'Europa League è un obiettivo importante - ha detto l'allenatore della Lazio -perché l'anno scorso l'abbiamo cercata in tutti i modi e quest'anno l'abbiamo onorata. Sono contento dei 35 mila spettatori previsti finora, spero che aumenti ancora il numero perché sappiamo che i tifosi per noi sono importanti. Al ritorno, nel loro stadio, ci sarà il tutto esaurito, quindi i nostri tifosi dovranno essere dalla nostra parte e rappresentare un uomo in più domani".

Occhio al Salisburgo, possono colpire in ogni momento

Sugli avversari idee chiare: "In casa non perdono dal 2016, ma in questa stagione di Europa League non hanno perso neanche fuori. I miei ragazzi si stanno preparando, sanno l'importanza della partita e sono pronti. Il Salisburgo l'abbiamo analizzato - ha spiegato Inzaghi - ed è una squadra compatta che lavora bene con tutti i reparti e ha giocatori di quantità, ma allo stesso tempo hanno qualità, sono agili e ti possono colpire in ogni momento. Sono forti ed organizzati, sono andati fuori dalla Champions solo per differenza reti. Hanno già affrontato Real Sociedad, Borussia Dortmund e Marsiglia e non hanno mai perso, quindi non sono ai quarti di finale per caso. Se noi siamo più forti dobbiamo dimostrarlo sul campo, in Europa la mia squadra ha sempre fatto ottime partite. Ora siamo ai quarti e vogliamo giocarci tutte le nostre carte".

Milinkovic c'è, out solo Lukaku

Non troppi dubbi sulla formazione, Inzaghi ha chiarito che anche Milinkovic-Savic giocherà dall'inizio: "Le condizioni dei miei uomini? Manca ancora l'allenamento di oggi, ma credo che sia Radu che Lulic ce la faranno. Toccando ferro l'unico indisponible dovrenne essere Lukaku. Sceglierò la formazione migliore, Milinkovic sta meglio: partirà dal primo minuto".

Voglio la semifinale, non ci sono favoriti

Dopo essere riuscito a conquistarla in biancoceleste da calciatore, Inzaghi sogna di riportare la Lazio in una semifinale europea dopo tanti anni: "Mi piacerebbe centrare la semifinale, l'ho centrata da calciatore e ora da allenatore vorrei riportare la squadra così in alto. L'obiettivo è a una settimana di distanza, ma sappiamo che dovremo fare due grandi partite. Non credo che siamo stanchi, i miei giocatori sono grandi professionisti. Forse può esserci stanchezza mentale, ma con l'obiettivo davanti sparisce tutto. Il nostro obiettivo adesso è la semifinale. Rispettiamo il Salisburgo, ma non abbiamo nessun timore. Affronteremo la partita nella maniera giusta, sapendo che sarebbe meglio non subire gol in casa. Chi è favorito? Penso che entrambe le squadre abbiano le stesse possibilità di passare il turno, speriamo che gli episodi siano a nostro favore".

Milinkovic-Savic: "Penso al Salisburgo, non al mercato"

Non soltanto Simone Inzaghi, in conferenza stampa alla viglia della gara di andata dei quarti di finale di Europa League contro il Salisburgo anche uno degli uomini simbolo della Lazio, Sergej Milinkovic-Savic. "Fisicamente sto bene - ha detto il cenntrocampista serbo - e domani torno in campo, sono felice. E' bello giocare in Europa. Il mio momento? Si può sempre migliorare, io finora ho fatto tanti gol e sono felice di aiutare la squadra, è la cosa più importnate. Non so cosa mi manca ancora, ma di sicuro c'è sempre qualcosa da migliorare. Le voci di mercato? Non le ascolto, vivo normalmente perchè qui sto bene e sono concentrato sulla partita di domani. Che si interessino a me è bello, ma ora gioco nella Lazio, ci sarà tempo per pensare ad altro. Penso al Salisburgo, una partita difficile e molto importante per noi. Ma vogliamo andare avanti. Conosco questa squadra da tempo, sono sempre tra le prime in campionato. Sicuramente è più forte rispetto alle squadre che abbiamo incontrato finora".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche