05 aprile 2017

Lega Pro, girone C: i risultati della 33a giornata

print-icon
Stroppa, Foggia

Giovanni Stroppa, allenatore del Foggia (Lapresse)

Il Foggia vince sul campo del Catanzaro, il Lecce risponde conquistando tre punti contro la Juve Stabia al Via del Mare. Goleada del Cosenza sul campo del Monopoli, torna al successo il Catania: tutti i risultati della 33esima giornata del girone C di Lega Pro

Un copione ormai noto che va in scena anche nella 33esima giornata del girone C di Lega Pro. Il Foggia vince sul campo del Catanzaro, ottavo successo consecutivo per la formazione di Stroppa, ma questa volta il Lecce risponde nel posticipo serale contro la Juve Stabia e resta a -6 in classifica. Tornano al successo Catania e Siracusa, Cosenza a valanga sul campo del Monopoli, squillo salvezza della Reggina che batte in trasferta il Taranto: successi anche per Paganese e Vibonese, pari il derby tra Messina e Akragas, un punto anche per il Matera contro l’Andria. Ecco il racconto della 33esima giornata del girone C di Lega Pro.

Foggia da record - L’ottava vittoria consecutiva del Foggia avvicina ancora di più la formazione rossonera verso la promozione diretta in Serie B. Tre punti, quelli conquistati sul campo del Catanzaro (gara iniziata alle 14:30), che permettono alla formazione di Stroppa di mantenere inalterato il distacco (+6) sul Lecce secondo in classifica. Gara abbastanza equilibrata nel primo tempo, nella ripresa invece i cambi operati dall’allenatore del Foggia premiano la squadra: al 77esimo minuto Di Piazza (entrato quindi minuti prima) sblocca la gara con un preciso colpo di testa, quattro minuti più tardi Mazzeo raddoppia. Il Catanzaro accorcia le distanze con Maita al minuto ’83, ma la spinta finale della formazione calabrese non porta al pareggio. Foggia primo e con tre record da festeggiare: 74 punti in classifica, mai così tanti nella storia del club; 22 vittorie, esattamente come nella stagione 55/56; record di vittorie lontano dallo Zaccheria, 9, come già successo nelle stagioni 47/48 e 2002/2003. Numeri da primato.

Valanga Cosenza, sorride il Siracusa – Oltre a Catanzaro-Foggia, sono state 5 le gare che hanno preso il via alle 14:30. Titoli tutti per il Cosenza, che un tennistico 2-6 sbanca il campo del Monopoli: sugli scudi le prestazioni di Mendicino, doppietta, e Statella. Dopo due giornate d’astinenza torna al successo il Siracusa, 2-1 sulla Casertana firmato De Silvestro e Catania, importante successo anche per la Paganese sul Fondi (2-0), doppietta di Firenze. In chiave salvezza, invece, preziosissimo successo della Reggina sul campo del Taranto, decisiva la rete di Coralli; altrettanto importante la vittoria della Vibonese sul campo del Melfi. Lotta per non retrocedere viva e incerta più che mai.

Il Lecce torna a sorridere - Giocare con la pressione addosso per il momento difficile (ancora cori dei tifosi contro Padalino) e già conoscendo il risultato del Foggia (vincente nel pomeriggio contro il Catanzaro) sembra aver dato una carica in più al Lecce. La formazione giallorossa, impegnata al Via del Mare contro la Juve Stabia (fischio d’inizio alle 20:45), parte subito bene (doppia occasione per Doumbia) e sblocca la gara al 30esimo minuto con Marconi. Al 39’esimo minuto il pareggio della Juve Stabia con Paponi, ma la gioia degli ospiti dura giusto il tempo di un minuto: impiega tanto, infatti, il Lecce a riportarsi in vantaggio con Tsonev. Secondo tempo equilibrato, con Perucchini che al 57esimo minuto salva il Lecce con un grande intervento. E a dieci dal termine ecco arrivare la rete di Caturano: l’attaccante si sblocca dopo un lungo periodo d’astinenza e porta il Lecce sul 3-1. Per i giallorossi, però, brividi fino alla fine: perché al 90’ Cutolo segna ancora per la Juve Stabia. Alla fischio finale però i tre punti sono per la squadra di Pasuale Padalino che continua a inseguire il Foggia capolista e distante sei lunghezze.

Pari Messina, vince il Catania, frena il Matera - Termina sul punteggio di parità il derby tra Messina e Akragas (fischio d’inizio alle 20:30): a passare in vantaggio sono gli ospiti con Klaric, ma Da Silva al 73esimo della ripresa fissa il risultato sul definitivo 1-1, risultato che alla fine accontenta tutti. Interrompe la striscia di sconfitte consecutive il Catania, decisiva la rete messa a segno da Di Grazia al 20esimo minuto del primo tempo, che riesce ad avere la meglio sulla Virtus Francavilla (gara iniziata alle 18:30): formazione rossazzurra che adesso sale a quota 42 in classifica. Secondo pareggio consecutivo per il Matera, con la formazione di Auteri che non va oltre lo 0-0 con l’Andria (gara iniziata alle 18:30) e perde ancora terreno rispetto alle prime due in classifica.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky