14 maggio 2017

Playoff Lega Pro, girone B: avanti Reggiana, Albinoleffe e Pordenone

print-icon
festa_albinoleffe

L'Albinoleffe festeggia la vittoria contro il Padova (foto twitter @UCAlbinoLeffe)

Dopo la vittoria della Samb nella giornata di ieri, sono arrivati gli altri verdetti che riguardano le squadra del girone B: i bergamaschi vincono all'Euganeo ed eliminano il Padova, mentre il pareggio del Mapei Stadium manda avanti i granata ai danni della Feralpi. Ok anche il Pordenone

Dopo la vittoria della Sambenedettese sul Gubbio, che ha così permesso alla formazione marchigiana di raggiungere il turno successivo dei play-off, sono arrivati altri verdetti per quello che riguarda le squadre del girone B di Lega Pro. La prima partita di giornata ha visto l'Albinoleffe avere la meglio sul Padova mentre la Reggiana, nonostante il 2-2 con la Feralpisalò, è riuscita ad accedere al turno successivo. Avanti anche il Pordenone ai danni del Bassano.

Doppietta di Ferretti, Padova ko

L'albinoleffe di Massimiliano Alvini ha sconfitto il Padova allo Stadio Euganeo e si è così conquistato il diritto di giocare il prossimo turno. Pronostici invertiti che hanno dato ragione alla formazione che si era classificata nona nel corso della stagione regolare, i biancorossi (che avevano chiuso quarti) sono scesi in campo con un 3-5-2 scelto da mister Brevi ma dopo meno di mezz'ora di gioco hanno subito la rete di Giorgione. Già nei primi minuti di partita i lombardi si erano resi pericolosi e dopo essere riusciti a trovare il vantaggio hanno creato altre occasioni prima del termine del primo tempo. I veneti sono andati in difficoltà e non si sono praticamente visti nei primi 45 minuti; stesso copione anche nella ripresa, così al 61’ il giovane Ravasio è riuscito a raddoppiare e a mettere al sicuro la gara. Circa dieci minuti dopo Mandorlini ha poi accorciato le distanze sugli sviluppi di un calcio d’angolo, colpendo bene di testa e fissando momentaneamente risultato sull’1-2. La gara viene di fatto chiusa nei minuti di recupero, quando Montella realizza il rigore del definitivo 3-1. Albinoleffe più cinica e meglio organizzata, che riesce ad avere ragione e ora affronterà la Lucchese; si ferma invece la corsa alla Serie B del Padova.

Pareggio che premia i granata

La Reggiana può invece festeggiare nonostante il 2-2 ottenuto sul campo del Mapei Stadium contro la Feralpisalò; a decidere chi può continuare la sua corsa alla promozione è stato il piazzamento nel corso della stagione regolare, con i granata che avevano concluso quinti seppur ben distanti dalla testa. Ripartiva dall'ottavo posto invece la squadra allenata da Michele Serena, che dopo appena quattro minuti dall'inizio della partita riesci a passare in vantaggio con un bellissimo colpo di tacco di Ferretti sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La gara è stata da subito molto accesa, il pareggio è arrivato poco dopo il quarto d'ora di gioco grazie a Bovo - che ha segnato un’altra rete molto bella al pari di quella della nuovo vantaggio della Feralpi: ancora Ferretti in rete per il raddoppio e per la sua doppietta personale, la Reggiana si mostra in difficoltà ma prova a reagire con qualche tentativo pericoloso. Dopo aver rischiato di subire il terzo gol (con il tiro di Gerardi che però si stampa sulla traversa) alla fine la Reggiana la pareggia al 75’; Carlini segna l'ennesimo gran gol di giornata e ristabilisce l’equilibrio. Termina così una partita in cui sono state numerose le emozioni - soprattutto nel secondo tempo. Gli emiliani negli ottavi affronteranno la Juve Stabia, che ha avuto la meglio sul Catania; si conclude invece a testa alta la stagione della Feralpisalò, che può recriminare per aver giocato un'ottima partita.

Pordenone avanti

Altro grande protagonista di giornata è stato il difensore centrale del Pordenone Stefani, che con la sua doppietta ha mandato i neroverdi al turno successivo; Virtus Bassano dunque eliminata. Dopo aver chiuso al terzo posto in classifica la squadra friulana è riuscita a iniziare bene la partita scendendo in campo con un atteggiamento propositivo: il vantaggio è arrivato al 19', poco dopo una traversa colpita dalla formazione lombarda. Primo tempo tutto sommato equilibrato, nella ripresa il raddoppio al 59' chiude i giochi ancora con il capitano - che ricorderà a lungo questa giornata. La squadra di Valerio Bertotto tenta di reagire ma le occasioni più pericolose sono ancora del Pordenone, prima con Misuraca poi con Martignago. Nemmeno Cattaneo all'81' riesce a segnare, il risultato così non cambia più e tra gli applausi dello stadio Bottecchia i ramarri possono festeggiare la qualificazione agli ottavi. Ad attendere il Pordenone ci sarà la Giana e la gara di andata si giocherà domenica prossima in Lombardia; nulla da fare invece per i giallorossi, che salutano così la possibilità di salire in Serie B dopo aver chiuso la stagione regolamentare al 10º posto in classifica.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky