L'egittologo: "Messi è idiota". Poi si scusa

Liga
messi_piramide_facebook

"Io gli parlavo dell'antichità, ma sul suo volto non c'era alcuna reazione". In un programma televisivo, Zahi Awass ha attaccato il fuoriclasse del Barcellona. Qualche ora dopo la marcia indietro

Prima l'autogol, poi la marcia indietro. Nel corso della sua visita del mese scorso alle piramidi di Giza, utile per pubblicizzare un’iniziativa contro l’Epatite C, Leo Messi ha avuto un incontro poco piacevole. Intervenuto in un programma televisivo, il famosissimo egittologo Zahi Hawass che lo ha accompagnato nella sua visita, ha definito il fuoriclasse del Barcellona "un idiota". "Gli stavo spiegando dell’antichità, ma non c’era alcuna reazione sul suo volto - ha spiegato - io parlavo ma era come se lo stessi facendo a una pietra, insomma un vero idiota".

Conosciuto per il suo cappello in stile Indiana Jones, e per una serie di apparizioni tv in cui spiega la bellezza dei monumenti egizi, Hawass ha poi fatto marcia indietro, facendo sapere in una dichiarazione, che il suo disappunto era stato mal tradotto da un cattivo interprete. Mi scuso con Messi e i suoi tifosi per l'equivoco", ha aggiunto.


 

I più letti