Cristiano Ronaldo in doppia cifra nel 2018, eguagliato Raul per numero di partite in gol con il Real

Liga

Inizio di anno fantastico per il portoghese che, contro il Betis, ha realizzato la 10^ rete personale di questo 2018 ed è andato in gol per la 264^ partita con la maglia del Real, eguagliando il record stabilito da Raul

Cristiano Ronaldo è definitivamente tornato. A chi nutriva ancora dei dubbi sul rendimento del campione portoghese, dopo i soli 5 gol messi a segno nel girone d'andata di Liga e i problemi avuti con la società per il rinnovo contrattuale, può mettersi l'anima in pace. Ronaldo è ancora il fenomenale giocatore che ha incantato nell'ultimo decennio, facendo incetta di trofei e conquistando due Champions di fila nelle ultime due stagioni. Con la rete realizzata al Betis infatti, il cinque volte Pallone d'Oro è arrivato già a quota 10 in questo 2018, cancellando la prima parte di campionato lontana dai soliti standard. Una rinascita cominciata con la doppietta nel 7-1 rifilato al Deportivo La Coruna e proseguita poi una settimana dopo con altri due gol, entrambi su rigore, segnati al Mestalla contro il Valencia. Dopo essere rimasto a secco contro l'altra formazione di Valencia, il Levante, CR7 ha ripreso la sua corsa firmando una tripletta contro la Real Sociedad. Passati quattro giorni, il portoghese non si è accontentato e ha steso il Psg con altre due reti, prima di salire in doppia cifra nell'anno solare con il destro che ha piegato le mani ad Adan nel 5-3 finale con cui il Real ha battuto il Betis. Una rete che ha permesso a Ronaldo di andare a quota 12 nella classifica marcatori della Liga, anche se Messi, con 20 centri stagionali, sembra al momento irraggiungibile. La sua crescita resta però sotto gli occhi di tutti. Da agosto alla fine del 2017 infatti, il portoghese aveva segnato 'solo' 16 gol in tutte le competizioni e adesso in 42 giorni, dalla prima partita dell'anno contro il Celta a quella contro i biancoverdi, è già arrivato a 10 e non intende fermarsi. Intanto, contro gli andalusi, Cristiano è andato in rete per la 264^ gara diversa con la camiseta blanca, eguagliando il record detenuto da una storica bandiera del club di Madrid, Raul Gonzalez Blanco. 

La prova del 9 in casa Psg per eguagliare un altro record

Se in campionato Cristiano Ronaldo non aveva mantenuto le aspettative, lo stesso non si può dire per quanto era riuscito a fare in Champions. Nel girone, composto oltre al Real da Tottenham, Borussia Dortmund e Apoel Nicosia, CR7 aveva messo la sua firma in tutte e sei le partite e non si è fermato neanche nell'andata degli ottavi disputata la scorsa settimana quando, con un gol su rigore e uno di ginocchio, ha contribuito alla vittoria dei suoi per 3-1 contro il Psg. Fare l'en plein nella fase a gironi era una missione che nessuno era riuscito a compiere prima di lui, così come nessuno, tranne lui, era riuscito ad andare in tripla cifra con la stessa maglia nella competizione europea per eccellenza. Ora il portoghese ha messo nel mirino un altro obiettivo: segnare in 9 partite di Champions consecutive, un'impresa finora centrata solo da Ruud van Nistelrooy, compagno di squadra di Ronaldo sia al Manchester United che al Real, che riuscì a farcela tra il 2002 e il 2003. Cristiano al momento è fermo a quota 8, considerando anche la finale dello scorso anno vinta contro la Juve. La prova del 9, rappresentata dalla trasferta in casa dei parigini, non è certamente delle più semplici, ma se c'è qualcuno che adora le sfide impossibili quello è proprio lui: Cristiano Ronaldo, l'uomo dei record.

I più letti