Real Madrid, Solari e non Conte in panchina: i motivi

Liga

I Blancos hanno scelto Santiago Solari per la successione a Julen Lopetegui: come anticipato nei giorni scorsi da Giovanni Guardalà, non era facile che Antonio Conte potesse finire subito sulla panchina del Real. Ma perché?  

LOPETEGUI, DAL SOGNO MONDIALI ALLA DISFATTA REAL

SOLARI: PANCHINA REAL, UNA SORELLA GALACTICA! FOTO

Una decisione presa dopo la manita subita dal Barcellona nel Clasico e che nella giornata di lunedì è divenuta ufficiale: il Real Madrid esonera  Julen Lopetegui e affida la squadra a Santiago Solari. Il tutto nonostante i contatti già avviati nei giorni precedenti con Antonio Conte, libero sul mercato dopo l’avventura con il Chelsea. Ma a cosa è dovuta la scelta del Real Madrid? Come ha anticipato nei giorni scorsi Giovanni Guardalà, Conte-real non era una strada facilente percorribile. Almeno non in questo momento. Negli studi di Sky Sport 24 Gianluca Di Marzio ha spiegato i motivi per cui non se n'è fatto nulla: "Non ci sono margini, almeno ora, perché l’approdo di Conte sulla panchina del Real Madrid si possa concretizzare. L’incarico di Solari è provvisorio ma poi ovviamente tutto dipenderà dai risultati. Da quanto abbiamo capito, sia da parte Real che da parte Conte si è arrivati alla conclusione che non c’erano i presupposti per poter andare avanti nella trattativa: perché un allenatore come Antonio ama incidere molto sia a livello caratteriale che a livello di allenamenti e sistemi di gioco su una squadra. Per un tipo di spogliatoio come quello del Real, estremamente complicato nella gestione del gruppo, è necessario entrare a inizio stagione per poter incidere meglio e trasmettere le proprie idee. Una considerazione fatta sia dal Real che da Conte: evidente non era destino, né l’estate scorsa né adesso, che Conte diventasse il nuovo allenatore del Real Madrid", ha concluso Di Marzio.

Niente Conte, ma c'è ugualmente un italiano a Madrid…

Niente Antonio Conte sulla panchina del Real, ma – insieme a Santiago Solari – a Madrid arriva ugualmente un italiano: si tratta del preparatore atletico Antonio Pintus. Il professionista italiano, sempre al fianco di Zinedine Zidane negli ultimi anni, è stato voluto fortemente dallo spogliatoio del Real: Pintus – messo quasi del tutto da parte durante la gestione Lopetegui – tornerà così ad avere un ruolo da protagonista a Valdebebas al fianco di Solari.

I più letti