Atletico Madrid, Simeone: "Diego Costa rimanga. Griezmann? Se vorrà, parlerà lui"

Liga

I Colchoneros continuano il proprio inseguimento al Barcellona. Tante, però, le sirene di mercato, soprattutto quelle relative all’attaccante francese: “Se dovrà dire qualcosa, lo farà. Diego Costa? Spero rimanga. Mi fido alla morte di lui”

SIMEONE: “NON IMMAGINO ATLETICO SENZA GRIEZMANN”

GRIEZMANN: “IO AL BARCELLONA? STUFO DI QUESTE VOCI”

Con il poker sul campo dell’Alavès l’Atletico Madrid è tornato a sorridere. Serviva una reazione al ko di Bilbao e alla disfatta dell’Allianz Stadium. Il Barcellona è sempre più primo, distante ben 10 punti. Sperare di poterlo raggiungere è quasi utopistico, ma il prossimo 6 aprile l’Atletico è atteso proprio al Camp Nou. Insomma, vincere nel turno infrasettimanale contro il Girona per arrivare sereni al big match: “Abbiamo poche opzioni fra le quali scegliere – ha suonato la carica così Simeone nella conferenza stampa della vigilia – dobbiamo solo vincere, non ci possiamo permettere risultati diversi”. Non ci sarà Diego Costa, che nelle ultime quindici giornate di campionato è partito tiolare solo due volte a causa dell’operazione al piede: “Cercheremo di farlo rientrare in gruppo per la partita contro il Barcellona – ha continuato il Cholo – futuro? Voglio che resti. Spero possa avere una certa continuità con questo club. E’ in un’età ideale e mi fido alla morte di lui. Non è un caso che da quando è tornato abbiamo vinto l’Europa League e la Supercoppa Europea”. Per l’attaccante spagnolo solo cinque gol in questa stagione travagliata. Il suo contratto scade nel 2021.

“Griezmann? Se deve dire qualcosa, lo farà”

Chi è al centro del mercato, come al solito, è Antoine Griezmann. Il francese ha segnato un po’ di più rispetto al collega (18 le reti stagionali) e si prepara a vivere l’ennesima estate di passione fra le tante richieste dei top club. Uno in particolare, ovvero proprio il Barcellona: “E’ uno dei capitani – ha tagliato corto Simeone – se deve dire qualcosa, allora lo farà. Io lo vedo con la testa dentro la squadra, lo vedo pienamente inserito nel gruppo. La speranza è che torni a fare gol, ne hanno bisogno lui e la squadra. Contro l’Alavès si è arrabbiato quando l’ho tolto perché voleva giocare ancora, nonostante vincessimo 3-0. Questo è l’atteggiamento giusto”.


 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport