Psg, rapine in casa a Di Maria e Marquinhos: il club pensa alla sorveglianza 24 ore su 24

DALLA FRANCIA
di maria marquinhos psg combo

L'Equipe fornisce la ricostruzione di quanto accaduto ai due nell'ultimo weekend: la moglie di Di Maria non ha visto i ladri ma è rimasta scioccata perché non era la prima volta, il padre di Marquinhos è stato aggredito prima della rapina. Il Psg ha disposto una sorveglianza h24

È una situazione delicata in casa Psg. Non per i risultati in campo, sebbene l’ultimo ko abbia aumentato a tre i punti di ritardo dalla vetta, ma per quanto accaduto ad Angel Di Maria e Marquinhos lo scorso weekend. A più di 24 ore dalla rapina effettuata presso le abitazioni dei due, L’Equipe ha fornito la ricostruzione di quanto successo. Tutto inizia all’intervallo della partita contro il Nantes, quando molti giocatori iniziano a intuire che qualcosa non va. Aggiornata sui primi fatti, la società attende informazioni attendibili prima di comunicarle alla rosa e la conferma arriva a metà del secondo tempo, momento in cui il vicedirettore generale, Jean-Claude Blanc, informa degli avvenimenti il ds Leonardo. Quest’ultimo scende dalla tribuna per avvisare Pochettino che provvede immediatamente a sostituire Di Maria il quale, accompagnato dal suo allenatore, esce dal campo in lacrime. In quel momento il club non ha ancora la precisa versione dei fatti, ma i compagni di squadra intuiscono che i sospetti che qualcosa non andasse erano fondati. La mente va altrove, il Nantes rimonta e vince l’incontro, ma nello spogliatoio si parla solo di quanto capitato a Di Maria, temendo che la sua famiglia sia stata rapita. La moglie dell’argentino presente a casa insieme alle due figlie, non avrebbe visto i ladri e si sarebbe accorta della rapina una volta andati via i malviventi, il trauma di un simile evento vissuto in passato non poteva non procurare uno stato di forte tensione emotiva. Nel febbraio 2015 infatti, quando Di Maria viveva a Manchester e giocava per lo United, la coppia aveva subito una rapina nel corso di una cena.

Aggredito il padre di Marquinhos, il Psg dispone sorveglianza 24 ore su 24

vedi anche

Terrore a casa Di Maria, rapina mentre lui giocava

Domenica scorsa non è stata una giornata da incubo solo per la famiglia di Di Maria, ma anche per quella di Marquinhos. A lui è andata anche peggio, perché la rapina è avvenuta mentre i parenti erano in casa: il padre sarebbe stato aggredito con un pugno alla pancia dai ladri, prima che questi portassero via soldi e gioielli. A differenza dell’argentino, tuttavia, quando il club ha appreso che la loro situazione era già sotto controllo, con il padre del brasiliano e le due sorelle fuori pericolo, si è creduto che non fosse necessario sostituire il giocatore prima del triplice fischio. Su questa rapina, la Polizia francese ha aperto un'indagine, ma nel frattempo il sommarsi di questi episodi (in passato era successo anche a Sergio Rico e Mauro Icardi) ha convinto il Psg a disporre delle guardie nelle residenze dei propri tesserati, con uno o due agenti assegnati alla loro sorveglianza 24 ore su 24.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.