Inghilterra, via libera alle 'espulsioni temporanee': si testeranno nella National League

Premier League
espulsioni_temporanee

Grande novità in Inghilterra: dalla prossima stagione saranno sperimentati i 'cestini del peccato', ovvero espulsioni temporanee per 10 minuti. La novità sarà introdotta nei campionati minori, fino al livello 5 della National League

LE NUOVE REGOLE APPROVATE DALL'IFAB

COME CAMBIA LA RIMESSA DAL FONDO

La terra natia del calcio, l'Inghilterra, guarda al futuro. La Football Association, infatti, ha comunicato che dalla prossima stagione sarà introdotta una nuova regola: l'espulsione temporanea. La novità dei "sin bins", letteralmente i "cestini del peccato", riguarderà i campionati minori fino al livello 5 della National League - la lega semiprofessionistica - e al livello 3 del calcio femminile, e prenderà il via dal 2019-20. Questa norma è stata già testata lo scorso anno in 31 tornei minori, ricevendo feedback positivi in 25 di questi: il 38% del totale di tutte le leghe ha registrato una riduzione del 'dissenso', con il 72% dei giocatori, il 77% di dirigenti/allenatori e l'84% degli arbitri desiderosi di continuare la sperimentazione.

Come funzionerà?

Le espulsioni temporanee saranno inflitte in caso di dissenso (gesti di lamentela o palla calciata via con rabbia) da parte del giocatore nei confronti della decisione presa dall'arbitro: le proteste costeranno un allontanamento dal campo per 10 minuti, nella quale non potrà essere sostituito né essere coinvolto in alcun modo nel gioco. L'arbitro indicherà la decisione con il cartellino giallo ed entrambe le braccia tese verso le linee laterali. La stessa punizione non si applicherà in caso di linguaggio volgare o offensivo, per la quale resterà la regola del cartellino rosso. I giocatori inclusi nei 'cestini del peccato', inoltre, non saranno tenuti a pagare la sanzione amministrativa, ma nel caso dovessero subire il secondo provvedimento nella stessa partita non potranno più rientrare in campo: terminati i 10 minuti, tuttavia, l'allenatore potrà cambiare il giocatore scorretto con un altro elemento nel caso in cui non abbia già terminato le sostituzioni. Per le partite di calcio giovanile o con una durata inferiore ai 90 minuti, l'espulsione temporanea durerà otto minuti.

“Inizialmente pensavo che sarebbe stato un incubo e che i giocatori sarebbero stati puniti ogni settimana - ha dichiarato Mason Newman, uno di coloro che ha già testato la nuova regola nella passata stagione -, ma i giocatori si sono abituati rapidamente e, con il passare delle settimane, tutti hanno rispettato di più le regole, imparando a non reagire in modo irriverente nei confronti della terna arbitrale". Convinti anche la maggior parte degli allenatori, tra cui Dean Garlick: "Questa punizione, rispetto al semplice cartellino giallo, ha un impatto di gran lunga superiore - ha detto il manager del Bexley United -, perché li rende consapevoli del danno che stanno causando ai loro compagni di squadra". Univoco, infine, anche il pensiero degli arbitri: "Ha aumentato il rispetto nei nostri confronti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche